Casino del Principe, Rifondazione comunista: “Noi stiamo con Avionica”

0
23

“L’associazione Avionica ha invitato ad un confronto pubblico il sindaco di Avellino Gianluca Festa con l’obiettivo di illustrare le tante iniziative svolte utilizzando alcuni locali del “Casino del Principe” grazie al progetto Jump; evidentemente il primo cittadino non è andato per ascoltare ma solo per ratificare una decisione già presa, infatti ha confermato all’assemblea lo sgombero entro il 31 ottobre, circostanza che impedirà lo svolgimento delle attività già programmate”.

Lo scrivono, in una nota, Antonio Marzio Liuzzi Giovani comuniste/i, Costantino D’Argenio PRC Avellino, Tony Della Pia – segretario provinciale.

“Il sindaco recentemente – proseguono – è stato protagonista di un imbarazzante e infondato attacco all’associazione, è chiaro che l’obiettivo era di discreditare quest’esperienza per realizzare il suo obiettivo. Egli si sta assumendo la grave responsabilità di sopprimere una delle poche esperienze socio/culturali valide in una città sempre più decadente, in fondo cosa possiamo aspettarci da chi apostrofa con il termine ” patetici ” i suoi interlocutori?”.

“Noi non intendiamo restare in silenzio, esortiamo il primo cittadino ad illustrare quali sono le sue intenzioni riguardo al futuro della struttura oggetto del contendere, giusto sarebbe coinvolgere in una discussione pubblica movimenti, associazioni, gruppi e individualità impegnati nella crescita culturale e sociale della città, ma nutriamo poche aspettative”.

“Chiediamo, inoltre, la sospensione dello sgombero almeno fino a quando non saranno usufruibili i locali da egli promessi presso il centro sociale Samantha della Porta. E’ evidente che Rifondazione Comunista e i giovani comuniste/i sono pronti a sostenere tutte le iniziative che gli attivisti di “Avionica ” vorranno intraprendere”.