Carcere di Ariano: sventato tentativo di introdurre droga nell’istituto

0
683

La Polizia Penitenziaria ha sequestrato della droga al Carcere di Ariano Irpino.

E’ ii segretario nazionale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Emilio Fattorello a dare la notizia della brillante operazione condotta dai baschi azzurri.

Il fare sospetto di una donna durante il colloquio con il fidanzato detenuto ha allertato la poliziotta di sorveglianza che, insospettita, ha proceduto, con grande zelo, a un attento controllo sulla stessa, di origini napoletane, che aveva occultato circa 200 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish.

L’operazione, in considerazione dell’esito positivo, è proseguita con la perquisizione dell’auto in uso alla stessa che è stata sottoposta a fermo amministrativo in quanto priva di revisione. Per tale operazione è intervenuta la Polizia Municipale del posto.

Il Nir (Nucleo Operativo regionale della Polizia Penitenziaria) ha provveduto inoltre a effettuare una perquisizione domiciliare presso la residenza della presunta spacciatrice, coadiuvando così i colleghi di Ariano nell’attività specifica di Polizia Giudiziaria diretta dalla Procura di Benevento.

Ancora un’azione posta in essere dalla Polizia Penitenziaria che garantisce la legalità negli istituti di pena, questa volta ad Ariano dove il personale vive mille criticità operative ma fa da argine ai traffici illeciti esistenti tra l’esterno e l’interno del penitenziario.

Il compiacimento del Sappe Campania va tutto alla collega che con la propria iniziativa e il suo spiccato senso del dovere ha consentito di interrompere un tentativo di un illecito traffico per approvvigionare di sostanza stupefacente i detenuti della casa circondariale di, consentendo inoltre ulteriori indagini sul fenomeno.