Carcere di Ariano, Osapp chiede un medico specialista psichiatra

Carcere di Ariano, Osapp chiede un medico specialista psichiatra

20 Febbraio 2021

La segreteria regionale di Osapp, l’organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria, scrive al Provveditore Antonio Frullone per segnalare alcune criticità del carcere di Ariano Irpino.

La struttura, scrive il segretario Vincenzo Palmieri, “oltre a registrare mancanza di organico di Polizia e del profilo comparto funzioni centrali, è orfana anche di un psichiatra in sede, per la cura degli utenti di difficile gestione affetti da disturbi psichici, tanto è vero che ogni qualvolta occorre una visita specialistica, quest’ultimi di conseguenza, devono essere tradotti presso le strutture sanitarie pubbliche con la modalità prevista all’art. 17 R.E. con tutte le difficoltà che ne conseguono, le quali gioca forza si ripercuotono sulla già risicata pianta organica e sulla gestione dell’organizzazione e via discorrendo”.

“Per cui, si chiede di interagire con l’Asl competente, affinché in sede sia prevista nel presidio medico anche lo specialistica in questione, a cui spetta il compito di decodificare il bisogno e articolare una risposta che tenga conto di tutte le variabili possibili, siano esse individuali o ambientali, il passo seguente è concordare con il ristretto un progetto terapeutico, che preveda una presa in carico del soggetto, intesa come risposta alla persona e alla sua sofferenza, programmando nel contempo la sua venuta in istituto di concerto con la direzione, impedendo inopportuni spostamenti e trasferimenti presso i luoghi esterni di cura, che comportano impego di risorse e mezzi”.