Carcere di Ariano, il provveditore regionale ed il direttore non abbassano la guardia: “Stiamo lavorando per migliorare la situazione”

Carcere di Ariano, il provveditore regionale ed il direttore non abbassano la guardia: “Stiamo lavorando per migliorare la situazione”

28 Ottobre 2019

Alfredo Picariello – Il penitenziario di Ariano Irpino soffre diversi disagi, gli agenti sono in presidio permanente ormai da quattro giorni. Il provveditore regionale carceri, Antonio Fullone, intervenuto ad Avellino all’inaugurazione della Sezione locale dell’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria, annuncia una serie di novità. “Siamo perfettamente a conoscenza della situazione – ammette . Ariano Irpino è quasi diventato un istituto satellite dei grandi penitenziari napoletani. Noi siamo già intervenuti, d’intesa ovviamente con il Dipartimento, cambiando i circuiti penitenziari dell’istituto, per renderlo più adatto e più adeguato al tipo di utenza che ospita. Ci sarà un regime più in linea con quello che è il tipo di utenza. Questo è il primo passaggio strutturale di cambiamento dal quale ci aspettiamo condizioni migliori per poi intervenire a livello gestionale e migliorare complessivamente la qualità della vita dell’istituto”.

“Nessuno – prosegue il provveditore – tende a sminuire la realtà che è fatta di ritrovamenti quasi quotidiani di telefoni cellulari. Siamo consapevoli di questa realtà. L’amminstrazione penitenziaria sta facendo investimenti importanti anche in tecnologie. Stiamo inoltre intervenendo in tema di politica strutturale per migliorare la sicurezza”.

Il provveditore regionale carceri, Antonio Fullone

Oltre ai ritrovamenti di telefoni cellulari, un’altra spada di damocle è lo spaccio di droga all’interno delle carceri. “Questa, purtroppo, non è soltanto una prerogativa degli istituti campani. Bisogna continuamente aggiornare le misure di contrasto, quelle tradizionali molto probabilmente non servono più. A volte la criminaltà organizzata studia molto più velocemente di quello che noi possiamo pensare. Metteremo a punto un pacchetto di misure più efficaci a contrastare ogni tipo di fenomeno delinquenziale negli istituti”.

“Stiamo lavorando con grosso impegno, anche con l’aiuto del Provveditore. Ci vuole tempo. Dateci fiducia, è complicato, ma otteremo dei risultati. Facciamo tutto quello che va fatto, non tralasciamo niente”. Questo, invece, il commento del direttore del carcere di Ariano, Mariarosaria Carburo.