Canna fumaria in amianto e rifiuti cancerogeni, nei guai il proprietario del terreno

0
6

Attività di gestione di rifiuti non autorizzata è questo il reato di cui dovrà rispondere il proprietario di un immobile di Bisaccia denunciato dai carabinieri di Lacedonia.

L’attività, eseguita congiuntamente a personale della Polizia Municipale e dell’Ufficio Tecnico del Comune di Bisaccia nonché dell’A.R.P.A.C. di Avellino, ha permesso di accertare, all’interno di un fondo ubicato in area boscata del Comune di Bisaccia, la presenza di una struttura rurale con canna fumaria in amianto.

Inoltre, nelle immediate vicinanze della struttura erano depositati numerosi rifiuti di vario genere costituiti da pneumatici di mezzi agricoli, ferraglie varie, fusti contenitori di olii esausti, sanitari in ceramica, e pannelli in eternit, composto notoriamente considerato altamente cancerogeno.

L’intera area di circa 200 metri quadrati è stata sottoposta a sequestro e a carico del proprietario è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Avellino.