Candelora – A Napoli si presenta il programma per Montevergine

0
3

Si terrà lunedì 24 gennaio 2011 alle 11 nel centro In campus di Via Mezzocannone a Napoli la conferenza stampa per presentare il calendario degli eventi proposti dalla Rete per la Candelora a Montevergine. Alla conferenza stampa interverranno Carlo Cremona, presidente dell’associazione i-ken, Loredana Rossi, presidentessa di Atn, Francesco Melillo presidente dell’associazione Rossofisso e Francesco Pennella Presidente dell’associazione Rouge, spazi pubblici autogestiti e Giuseppina La Delfa presidentessa di Famiglie Arcobaleno. Queste alcune dele associazioni che compongono la Rete per la Candelora, nata negli anni per promuovere eventi in difesa dei diritti Lgt in occasione della Candelora di Montevergine. Un movimento nato nel 2002, quando l’abate di Montevergine, in provincia di Avellino, che allora era Tarcisio Nazzaro, cacciò dal Santuario di “Mamma Schiavona” i femminielli che come ogni anno per tradizione e per fede erano andati a rendere omaggio alla Madonna nera del santuario irpino. L’abate fu violento nel suo gesto usando parole offensive contro chi era lì per pregare. “Le vostre preghiere non sono gradite a Dio” disse cacciando i fedeli. Da quel gesto di intolleranza nacque un movimento di amore. Libero Amore in Libero stato è infatti lo slogan con cui si diede il via ad una protesta pacifica in difesa, prima del diritto alla fede di tutti e tutte, gay, lesbiche, trans, e poi dei diritti civili tout court. Quello slogan c’è ancora oggi a suggellare le iniziative della Candelora. Dopo nove anni di iniziative il movimento lgt è cambiato, ha proseguito nelle sue battaglie, ma poche sono state le conquiste, segno che la strada è ancora lunga ed ancora necessario l’impegno di tutti e tutte perchè ci siano pari diritti per tutti i cittadini. Dopo nove anni lo spazio della Candelora è ancora uno dei pochi spazi in Italia in cui si parla di diritti lgt. Anche quest’anno la rete affronterà il programma della Candelora con la speranza di ottenere un effetto virale perchè gli Amori e le Libertà si moltiplichino nel nostro Stato. (di Giulia Manzione)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here