Calcio – Spezia-Avellino, assalto biancoverde alla vittoria: le probabili formazioni

0
14
Stadio Alberto Picco Spezia Avellino

Massimo Rastelli ripropone il modulo a rombo per tentare di espugnare il campo dello Spezia, unico modo per accedere in semifinale.

Centrare l’impresa per continuare a sognare e scrivere una pagina importante di storia. L’Avellino ci proverà questa sera a La Spezia, dopo aver raggiunto un obiettivo di per sé già storico quale la partecipazione alla lotteria dei play-off. Massimo Rastelli chiede ai suoi uomini di alimentarlo con un solo risultato e la carica dei mille dalla propria parte nella bolgia bianconera del “Picco”.

Il tecnico dei lupi ha avuto modo di tastare continuamente il polso del gruppo durante il ritiro di Coccaglio prima e in quello dell’immediato prepartita vissuto a Sarzana, avamposto biancoverde nei pressi del capoluogo spezzino. Concentrazione alta, manco a dirlo, ma soprattutto consapevolezza delle proprie potenzialità espresse non sempre al massimo livello durante la stagione. Ci penseranno le elevate motivazioni in vista dell’appuntamento secco da giocare sui 90/120 minuti a prendere per mano D’Angelo e compagni.

La missione non è impossibile, anzi i Rastelli boys hanno già sbancato La Spezia durante la regular season. Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata con la formazione di Nenad Bjelica cresciuta in modo esponenziale negli ultimi due mesi. L’Avellino, rispetto a quel 2 febbraio marchiato a fuoco da Luca Bittante, si giocherà le proprie chances col 4-3-1-2, modulo collaudato per l’assalto ragionato sin dal 1′. Contro lo Spezia dovrebbe tornare l’intelaiatura adottata contro il Trapani.

Pali affidati alle sapienti mani di Pierluigi Frattali; linea difensiva composta da Rodrigo Ely e Fabio Pisacane al centro e Alberto Almici e Pietro Visconti sugli esterni; a centrocampo torna Antonio Zito dalla squalifica con Mariano Arini vertice basso del rombo completato da Angelo D’Angelo sull’interno destro e Alessandro Sbaffo sulla trequarti. In attacco Luigi Castaldo non è al top della condizione fisica per via dei recenti guai al piede destro: dovrebbe comunque stringere i denti accanto a Marcello Trotta che nelle ultime ore ha scavalcato Gianmario Comi nelle gerarchie offensive.

Spezia al gran completo con il 4-2-3-1 modulo di successo dell’ultima parte di campionato. In difesa, Nahuel Valentini dovrebbe spuntarla nel ballottaggio con Felice Piccolo, mentre Mato Milos è favorito su Filippo De Col sulla fascia destra. Qualità e geometrie in mezzo al campo con Juande e Josip Brezovec ad agire come diga alle spalle del trio fantasia Kvrzic-Catellani-Situm. Per il ruolo di unica punta il favorito è Niccolò Giannetti, che alla fine dovrebbe prevalere su Nenè. Si giocherà davanti a 10mila spettatori, mille quelli di fede biancoverde che si sistemeranno in Curva Piscina.

Spezia (4-2-3-1): Chichizola; Milos, Valentini, Bianchetti, Migliore; Brezovec, Juande; Kvrzic, Catellani, Situm; Giannetti.

A disp.: Nocchi, Piccolo, De Col, Canadjija, Acampora, Gagliardini, De Las Cuevas, Cisotti, Nenè.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Datkovic, Madonna.

Ballottaggi: Milos-De Col 55%-45%; Valentini-Piccolo 55%-45%; Giannetti-Nenè 55%-45%.

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Almici, Ely, Pisacane, Visconti; D’Angelo, Arini, Zito; Sbaffo; Castaldo, Trotta.

A disp.: Gomis, Fabbro, Comi, Regoli, Vergara, Schiavon, Bittante, Kone, Mokulu.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Chiosa, Soumarè.

Ballottaggi: D’Angelo-Kone 60%-40%; Trotta-Comi 55%-45%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here