Calcio – Sconfitta a testa alta per i lupi a Mantova

0
3

Mantova 4-4-2: Pegolo,Sacchetti, Notari,Di Cesare,Balestri, Tarana, Spinale(79’ Amodio), Doga, Fiore(74’ Cristante), Corona(57’Do Prado),Godeas
A disp: Handanovic, Calori, Franchini, Passoni All: Tesser
Avellino 3-4-1-2: Gragnaniello, Maietta, Mengoni, Cherubin, Della Rocca, Di Cecco(77’Nardini), Porcari, Tombesi(63’ Paonessa), Sestu, Kenesei, Pellicori(67’ Cipriani)
A disp: Pantanelli, Corallo, Carbone, De Angelis All: Carboni
Arbitro: Scoditti(di Bologna)
Assistenti: P. Costa e Mugolino, quarto uomo Santonocito
Reti: 19’ Doga e 83’ Do Prado
Ammoniti: Della Rocca e Godeas
Espulsi: Lanni, medico sociale dell’Avellino, Doga e Mengoni
Angoli: 5 a 5
Recupero: 1’pt e 4’ st

L’Avellino viene sconfitto a Mantova. Un passivo di certo pesante per i lupi, vista la buona prova espressa dalla squadra biancoverde. Ennesima giornata sfortunata per gli irpini, prestazione condizionata ancora una volta da una discutibile direzione arbitrale. Finisce 2 a 0, uno stop che non influisce oltremodo sulla classifica dei lupi. Visto che, Cesena a parte, le dirette concorrenti non corrono e i lupi si mantengono a galla. Al Martelli la gara inizia con un minuto di ritardo per la scomparsa di Nando Del Gaudio, irpini che scendono in campo con il lutto al braccio. Mister Carboni si affida al 3-4-1-2 e manda subito in campo due dei tre nuovi arrivi: Cherubin e Della Rocca. In porta spazio a Gragnaniello, difesa a tre con Maietta, Mengoni e Cherubin. Linea mediana composta da Della Rocca e Tombesi sulle corsie esterne ed il duo Di Cecco-Porcari in mezzo. In avanti alle spalle del duo Kenesei-Pellicori, Sestu. Al 3’ è l’Avellino a rendersi subito pericoloso con un destro di Della Rocca, ma Pegolo è attento. Al 5’ Sestu serve Pellicori, la sua girata è alta. Al 19’ bordata di Doga che raccoglie la respinta corta della difesa biancoverde e porta in vantaggio il Mantova con un gran sinistro che tocca il palo interno alla sinistra di Gragnaniello e si deposita in rete. Un minuto dopo ci prova Corona in girata su suggerimento di Godeas, Gragnaniello attento para a terra. I padroni di casa prendono il sopravvento ed al 22’ colpiscono la traversa con Goedas. Al 36’ Doga per Tarana, diagonale bloccato da Gragnaniello. Al 43’ punizione di Kenesei di destro, Pegolo con i pugni respinge. Un minuto dopo è nuovamente l’ungherese, ma l’ex portiere del Verona risponde nuovamente presente. Nella ripresa l’Avellino va vicinissimo al pari. Colpo di testa di Cherubin salvataggio sulla linea di Doga, sull’intervento di Pellicori salva Spinale. Protesta la panchina biancoverde, viene espulso il dottore dei lupi Francesco Lanni perché la palla sembra aver attraversato la linea di porta. Al 76’ lancio dalle retrovie, Godeas sfiora la palla, ma Gragnaniello blocca senza problemi. All’80 Doga viene espulso per un fallo su Nardini. Un minuto dopo ristabilita la parità numerica con Mengoni che viene mandato anzitempo sotto la doccia per un intervento su Godeas. Ennesima decisione discutibile del fischietto emiliano. All’82′ punizione di Do Prado che aggira la barriera, la palla rimbalza davanti a Gragnaniello e Della Rocca e porta il risultato sul 2 a 0. All’84’ ci prova Kenesei di destro dal limite dell’area. Palla sul fondo. Sabato arriva il Frosinone per una gara fondamentale una sfida da vincere a tutti i costi. I ciociari, sconfitti 5 a 1 dal Pisa in casa, arriveranno al Partenio con tanta voglia di riscattarsi, ma l’Avellino non vuole e non può fallire più sul terreno amico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here