Rinvio gare per le Nazionali: c’è accordo Lega-club su abbandono norma

0
152

Nella giornata di ieri vi avevamo parlato del problema riguardante le convocazioni nelle varie Nazionali che penalizzano l’Avellino e le altre società del campionato cadetto. Come ben noto, infatti, in Serie B non è prevista alcuna sosta in questo senso come accade invece nella massima serie. La regola che consentiva il rinvio delle gare qualora una squadra fosse privata di almeno due nazionali fu introdotta nel 2006 come una sorta di paracadute per la retrocessa Juventus, salvo poi essere messa da parte nel 2011 dai presidenti delle società di Serie B che votarono all’unanimità in questa direzione.

Ma dalla stagione 2011/2012, i club del campionato cadetto che alimentano con i propri atleti alle Nazionali giovanili hanno un ritorno economico in base al minutaggio raggranellato. Il format a 22 squadre con l’appendice della post-season, inoltre, renderebbe abbastanza caotico l’andamento del torneo. Pertanto si tratta più di un grattacapo per gli allenatori che per le società, remunerate per l’invio al fronte dei propri calciatori. Massimo Rastelli rischia di vedersi strappare quattro pedine perla trasferta di Catania: Trotta ed Ely hanno già la valigia pronta; Bittante e Chiosa sono sotto stretta osservazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here