Calcio, Nando De Napoli lascia l’Avellino: “Deluso e amareggiato. Qui per scoprire talenti, non per esibirmi in tv”

0
13495

Fulmine a ciel sereno per l’US Avellino. Dopo il caso delle minacce subite dal responsabile del settore giovanile YOUTH, Giuliano Capobianco da parte di alcuni genitori ecco l’addio del Responsabile dell’intero settore giovanile e bandiera storica biancoverde Nando De Napoli.

A confermarlo è lo stesso ex calciatore ad una intervista rilasciata al Corriere dello sport dove senza giri di parole De Napoli accusa la società: “Non ne faccio più parte da due mesi. Aspettavo una risposta dalla società, da D’Agostino, al quale va comunque il mio grazie per avermi offerto l’incarico di responsabile del settore giovanile un anno fa. Però confesso che l’atteggiamento riservatomi poi mi ha amareggiato e deluso. Volevano che facessi l’uomo-immagine, che andassi in giro per televisioni a parlare. Ho declinato l’invito. Io sono tornato qua per altro, per cercare di scoprire talenti: penso di avere occhio. Non devo andare ad esibirmi in tv. Pazienza, però avrebbero potuto anche dirmelo. L’idea dell’Accademia mi piaceva, ma lateralmente, serve – servirà – anche formare le famiglie, spiegare loro che questo è un meraviglioso gioco in cui non tutti sono destinati a diventare campioni, anzi in percentuale ce n’è una parte minima. Però glielo dico ad alta voce: in questi nove mesi, nessuno che si sia avvicinato a me con fare equivoco”