Calcio – Moscarino: “Spero di tornare presto… sognare è lecito”

0
5

Avellino – Anche se ancora in maniera differenziata, dopo l’intervento al menisco, riprenderà ad allenarsi domani. Alfredo Moscarino vuole accelerare il rientro: il difensore napoletano, reduce dall’intervento eseguito dal Professor Pisaniello alla clinica S. Rita di Atripalda, svolgerà una settimana di piscina e di potenziamento, prima di tornare a pieno regime a disposizione di mister Salvatore Marra: “Sono molto felice per la vittoria ottenuta ieri dai miei compagni. La squadra, grazie ad una prestazione attenta, ritrova i tre punti al Partenio”. Sono queste le prime parole del calciatore, classe ’91, arrivato la scorsa estate dal Pescara.
Tre vittorie consecutive, nove punti accumulati e distacco dalla zona spareggi ridotto, finalmente si realizza la tanto invocata continuità: “Finalmente, anche se non possiamo e non dobbiamo assolutamente fermarci ora. In passato abbiamo ottenuto tante vittorie importanti soprattutto in trasferta, come Sapri ad esempio. In casa la squadra ha avuto però grosse difficoltà. In quest’ultimo turno il gruppo ha dimostrato maturità riuscendo a vincere la posta in palio senza particolari sofferenze”.
Due gare senza subire reti, il reparto difensivo – che durante il corso della stagione ha visto diversi infortuni e che per le gare giocate tra le mura amiche è stato spesso criticato – ha trovato finalmente la giusta quadratura del cerchio?
“Stiamo trovando una certa stabilità, purtroppo i numerosi stop non ci hanno mai permesso di stare tranquilli. Ovvio che se non subiamo goal è merito di tutti. In queste ultime uscite oltre a non farci sorprendere, gli avversari vanno di meno al tiro. E questo è un altro fattore importante, vuol dire che stiamo crescendo e non poco. Se ci dimostriamo sempre cinici come ieri e non subiamo il ritorno degli avversari, sono convinto che presto riusciremo ad insediarci nei play-off”.
Con la gara di ieri è iniziato il mese della verità. Pensi che bisogna guardare esclusivamente al quinto posto, oppure – visti anche i risultati provenienti dagli altri campi e l’assenza di una vera e propria battistrada – potete sognare qualcosa in più?
“Non sono abituato a mollare, come del resto i miei compagni. Anche se ci siamo prefissati di vivere alla giornata, è lecito poter meditare di arrivare oltre. Anche perché abbiamo ancora numerosi scontri diretti da giocare, a partire da domenica a Modica. Bisogna avere fiducia, non pensare più a ciò che è stato e ai punti persi, piuttosto guardare avanti e proseguire sulla strada intrapresa”.
Scalpita per poter tornare in campo al più presto: “Non vedo l’ora di poter tornare a dare il mio contributo: è dura restare fuori”. (di Sabino Giannattasio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here