Calcio – Iscrizione Avellino, tifosi divisi: “90% contro Pugliese”

0
6

Non c’è pace per i tifosi biancoverdi. In attesa di conoscere chi sarà l’imprenditore (o il pool) alla guida dell’Avellino nel campionato prossimo venturo di serie D, c’è ancora una forte, anzi fortissima, spaccatura tra coloro che sostengono Pugliese (“Solo ed esclusivamente per il logo e la matricola”) e quanti – in verità la maggioranza – che vorrebbero un allontanamento definitivo dell’imprenditore di Frigento. Una tensione che si percepisce, in città come in provincia, e che forse continuerà a caratterizzare l’annata sportiva del lupo.
Anche oggi è giornata di comunicati da parte di diversi gruppi. I primi a farsi sentire sono stati “I tifosi della Baronia, della Valle dell’Ufita, di Castel San Giorgio e Siano” che in una nota hanno invitato “gli organi preposti di porre in essere ogni azione possibile affinchè tale richiesta (l’iscrizione dell’Us Avellino 1912, ndr) possa essere accolta nell’interesse esclusivo di mantenere in vita la denominazione sociale ‘US Avellino’, l’anzianità di affiliazione ‘1912’ ed il numero di matricola’4960’ ”.

Dall’altra parte, e su posizioni totalmente diverse, il comunicato arrivato a firma “Il Branco – Alta Irpinia – Lioni”, che parla di ‘compagni di merende’.
“Siamo stanchi di leggere ogni mattina sui quotidiani comunicati a firma “Tifosi US Avellino 1912 dell’ Irpinia” – si legge nella nota – consigliamo ai compagni di merenda dell’innominabile di firmarsi perché al massimo saranno 4 o 5 a riunirsi la sera di fronte a un bel piatto di spaghetti alle “ vongole “ veraci per partorire fesserie. Voglio chiarire, ove mai ce ne fosse ancora bisogno, che da sondaggi fatti sui vari siti e dai contatti telefonici risulta chiaro che il 90% dell’Irpinia (compresa l’ Alta Irpinia ) è contro l’innominabile e nutre per lo stesso un odio profondo per aver condotto la società ad un inevitabile fallimento , perché di questo si tratta anche se l’ufficialità arriverà tra qualche mese, per aver avuto sempre un atteggiamento di profonda insofferenza verso il tifo biancoverde reo solo di avergli rinfacciato sempre gli errori e di avergli chiesto in tempi non sospetti di farsi da parte”.

Comunque andrà a finire, insomma, l’epopea legata alla discesa in D dei Lupi e al suo cambio di proprietà (se questo ci sarà) lascerà un segno indelebile nella storia della città e del tifo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here