Calcio Avellino, Rastelli mastica amaro: “In partita per un’ora”

0
1

Guarda la fotogallery

Calcio – Battuta d’arresto per l’Avellino in terra di romagnola contro un Cesena che ha sfruttato gli episodi a proprio favore nella ripresa. Un passo indietro per Massimo Rastelli rispetto alla prova gagliarda di una settimana fa al Partenio-Lombardi con il Crotone. “La squadra ha fatto una buona prestazione per un’ora – commenta il tecnico biancoverde – Purtroppo quando non metti la palla dentro contro le grandi squadre, al primo errore vieni punito. Merito al Cesena per averlo fatto ed aver portato così la vittoria a casa”. “Siamo venuti a Cesena per vincere la partita – continua – e lo abbiamo dimostrato con le tante occasioni costruite nel primo tempo. L’episodio del calcio d’angolo ha cambiato il corso della gara. Dopo il Cesena ha preso coraggio e non ci ha concesso più nulla. Qualcuno dei miei uomini è calato col passare dei minuti ed infine il 2-0 e l’inferiorità numerica hanno archiviato la partita”.
Sui colpi proibiti rifilati da Manuel Coppola a Fabio Pisacane in area di rigore: “Coppola ha sferrato due pugni a Pisacane ma l’arbitro non ha ravvisato gli estremi per la massima punizione. È sicuramente un episodio che avrebbe potuto cambiare la partita”.
La corsa play-off non si complica: “Siamo tutte lì in pochissimi punti. Il gruppone delle pretendenti si allarga sempre di più. Noi ci siamo ancora e proveremo con tutte le nostre forze a ritagliarci un posto in zona play-off”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here