Bomba-day, Avellino preferisce la gita fuori porta: completato il despolettamento

Bomba-day, Avellino preferisce la gita fuori porta: completato il despolettamento

25 Luglio 2021

Renato Spiniello – Bomba-day: gli avellinesi della zona rossa preferiscono la gita fuori porta. Pochissimi infatti gli evacuati che si sono diretti nelle aree di attesa presidiate dalle associazioni di volontariato (Piazza Libertà, Parcheggio Mercatone e Area pedonale via Giuseppe Mazzini) per poi essere trasferiti nell’area d’accoglienza predisposta dal Comune di Avellino nel Campus Scolastico-Contrada Baccanico.

Dalla Palazzo di Governo il Prefetto di Avellino Paola Spena segue e monitora a distanza le operazioni di sgombero che si sono concluse poco dopo le 10. Arrivata anche la comunicazione dello stacco dell’energia elettrica sia nella zona rossa che nelle aree limitrofe a essa.

I militari del 21° Reggimento Genio Guastatori di Caserta hanno completato intorno alle 14:00 il despolettamento dell’ordigno in modo da renderlo inerme per poi trasferirlo presso la Cava Bruschi di Atripalda dove verrà fatto definitivamente brillare. Alla 12:00 è cominciato anche lo sgombero della zona a ridosso della cava: pochissime in questo caso le persone da evacuare. In città avviate le operazioni di ripristino dell’energia elettrica: i cittadini possono cominciare a rientrare in casa.