Bjelica e i suoi fratelli: allo Spezia la Champions League è di casa

0
7

Apparentemente nomi sconosciuti alla grande platea, ma più in profondità professionisti dal pedigree prestigioso grazie all’esperienza nella massima competizione continentale per club, la Champions League. È il comune denominatore di quattro volti nuovi dello Spezia che si recherà in Irpinia per contendere la posta in palio all’Avellino.
Il primo è quello di Nenad Bjelica, 43enne tecnico croato che nella passata stagione ha trascinato per la prima volta l’Austria Vienna alla fase a gironi di quella che una volta era la Coppa Campioni. Superata la Dinamo Zagabria ai preliminari, Bjelica ha incontrato con i viola austriaci i vice campioni dell’Atletico Madrid, lo Zenit San Pietroburgo di Spalletti (bloccato all’andata e travolto al ritorno) ed il Porto, a cui solo per il peggior piazzamento negli scontri diretti non è riuscito a strappare la terza piazza utile per l’Europa League.
In rosa, invece, un quasi veterano della Champions può essere considerato l’ultimo acquisto Felice Piccolo, difensore sfornato dalle giovanili della Juventus agli inizi del Duemila e finito in Romania al Cluj con cui ha esordito sul palcoscenico europeo dell’Allianz Arena contro il Bayerno Monaco. Era il 2011. Il difensore di Pomigliano d’Arco vanta in totale sette gettoni in Champions e due in Europa League.
Mario Situm, centrocampista croato classe ’92 acquistato dalla Lokomotiv Zagabria, invece il torneo continentale lo ha disputato nella stagione 2011/2012 in patria con la Dinamo Zagabria (zero punti e tre presenze nel girone con Real Madrid, Lione e Ajax).
Infine, Juan de Dios Prados Lopez al secolo Juande, 28enne regista spagnolo, ha fatto il proprio debutto assoluto in prima squadra in occasione della sfida europea contro l’Anderlecht il 6 dicembre 2005.
Folto anche il gruppo dei reduci dell’Europa League: il montenegrino Marko Bakic (sette apparizioni con la Fiorentina) e i croati Josip Brezovec e Dario Canadjija, entrambi in campo con il Rijeka negli ultimi preliminari valsi alla formazione balcanica l’approdo al girone con i campioni in carica del Siviglia, il Feyenoord e lo Standard Liegi. (@claudio_devito)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here