Biodigestore di Chianche, il Tar boccia il progetto

Biodigestore di Chianche, il Tar boccia il progetto

9 Febbraio 2021

“La sentenza del Tar relativa alla vicenda del biodigestore di Chianche conferma la tesi che in più occasioni ho portato all’attenzione dei tavoli deputati a seguirne l’iter”. È quanto dichiara il consigliere regionale Maurizio Petracca.

Il primo a dare notizia della sentenza è stato il sindaco di Altavilla Irpina, Mario Vanni, scrivendo: “Giustizia è fatta. I nostri territori possono continuare a sperare in un futuro. Il Tar Campania ha accolto il ricorso contro il biodigedtore di Chianche. Si chiude una pagina triste della politica irpina in mano a rappresentati inadeguati e interessati solo al potere poiche non sono stati in grado di risolvere la questione nelle sedi dovute costringendo i Comuni a ricorrere alla magistratura amministrativa”.

“Il Comune di Chianche non poteva immaginare – aggiunge Petracca – di realizzare quest’opera senza consumare tutti i passaggi autorizzativi necessari. Bastava, come ripeto da tempo, la constatazione che si voleva realizzare un impianto di trattamento dei rifiuti su di un territorio le cui previsioni urbanistiche andavano e vanno in tutt’altra direzione”.

“Adesso – così conclude Petracca – non si può tergiversare oltre. L’Irpinia ha bisogno di un biodigestore per essere autonoma sotto il versante dello smaltimento dei rifiuti. Esistono altre candidature che meritano di essere valutate e sulle quali procedere celermente. L’ora dell’attendismo, qualche volta colpevole, credo sia definitivamente passata”.