Benevento, tentata estorsione e illecita concorrenza: due persone agli arresti domiciliari

Benevento, tentata estorsione e illecita concorrenza: due persone agli arresti domiciliari

11 Dicembre 2020

Questa mattina, all’esito di un’attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, la Squadra Mobile di Benevento ha eseguito un’ordinanza applicativa della misura degli arresti domiciliari emessa, su richiesta della Procura,  dall’Ufficio Gip di Benevento nei confronti di due persone  per atti di illecita concorrenza con minaccia e violenza, nonché  per tentata estorsione ai danni di un imprenditore beneventano e per incendio di un’autovettura di un dipendente della società danneggiata.

L’attività investigativa è scaturita dalle denunce, presentate da un dipendente e dall’amministratore di una società impegnata nella compravendita di pneumatici, con cui venivano segnalati l’incendio di un’autovettura avvenuto a Telese Terme il 18 gennaio del 2019, nonché della sede operativa della società ubicata in contrada Epitaffio di Faicchio, mediante l’utilizzo di un ordigno artigianale ad effetto detonante nella notte tra il 25 ed il 26 gennaio del 2019.

Entrambe le vittime hanno fornito indizi utili per ricostruire i fatti oggetto d’indagine. Per l’incendio dell’autovettura sono state denunciate altre due persone che sono in stato di libertà.