Benevento, controlli su strada nella provincia. Contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti

0
681

Vasta e diversificata l’operazione di perlustrazione e controllo del territorio condotta nel fine settimana dai Carabinieri della Compagnia di Montesarchio, su disposizione del Comando Provinciale di Benevento, finalizzata principalmente al contrasto dei reati di tipo predatorio, a quello di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti nonché al controllo della circolazione stradale per prevenire incidenti stradali. Controllati, infatti, circa 50 autoveicoli e motoveicoli e contestate 15 infrazioni per violazioni al codice della strada.

Ed ancora, ad Airola un uomo di 23 anni, residente a Montesarchio, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Benevento in stato di libertà poiché trovato alla guida della propria autovettura sotto l’influenza di alcool, evitando così che tale pericolosa condotta cagionasse ben più gravi conseguenze, così come un 54enne che è stato deferito per la recidiva della guida senza patente perché mai conseguita.

Con riguardo al contrasto del commercio illecito di sostanze stupefacenti, i militari dell’Arma, nella serata di venerdì, hanno tratto in arresto un 23enne originario di Montesarchio, sorpreso a cedere sostanze stupefacenti ad alcuni acquirenti, tra i quali anche dei minorenni. L’uomo dopo essere stato bloccato, è stato trovato in possesso di 9 grammi di marijuana, ben 99 dosi di hashish ed una rilevante somma di denaro contante verosimilmente provento dell’illecita attività illecita.

Infine, durante i controlli, cinque ragazzi, tre dei quali minorenni, residenti nella provincia di Benevento, sono stati segnalati quali assuntori di sostanza stupefacente all’Autorità Amministrativa, poiché per le circostanze del rinvenimento, è stato valutato l’uso personale.

Le misure precautelari disposte dalla polizia giudiziaria in sede di indagini preliminari, verranno sottoposte alla convalida dell’Autorità Giudiziaria, avverso cui sono ammessi mezzi d’impugnazione. Le persone coinvolte sono da ritenersi sottoposte alle indagini e pertanto presunte innocenti fino a sentenza definitiva.