Basket – L’Air Scandone vola a Treviso per tentare il colpaccio

0
3

La Scandone, dopo l’allenamento mattutino, alle tre di questo pomeriggio è partita alla volta di Roma, dove s’imbarcherà alla volta di Treviso. Domani si affronteranno al Pala Verde di Treviso, i campioni d’Italia della Benetton, reduci dalla vittoria di Roma in campionato e dalla vittoria in Eurolega contro il Pau Orthez. Importantissimo successo per gli uomini di Blatt che sono ad un passo dalla qualificazione alle Top 16. Avellino ha tesserato la new-entry Isiah ‘Zick’ Victor. “E’un giocatore che noi seguivamo da tempo – dice Sanfilippo – . Con l’infortunio di Jason abbiamo voluto puntare su di lui, perché si adatta al nostro gioco e anche perché ci ha permesso di non spendere un altro visto. Meglio di lui al momento non potevamo trovare nulla”. Soddisfatto dell’arrivo di Zick anche Gresta: “Lo conosco molto bene per averlo visto lo scorso anno durante il mio periodo sabbatico con la sua squadra in Nbdl. E’un giocatore che corre molto bene in contropiede e si addice al nostro gioco perché noi abbiamo giocatori che sanno coprire gli spazi in contropiede, anche Jamison nonostante la sua mole”. Il giocatore uscito da Sassari perché non era quello che i sardi cercavano e forse per problemi con il coach. “Per ma è solo pallacanestro – dice Victor – “voglio proiettarmi in questa nuova avventura”. Con il lungo di Hopkinsville è stato stipulato un contratto fino al termine della stagione. Capel avrà quasi certamente bisogno di un intervento chirurgico, perciò è probabile che con l’americano si decida di transare e lo sfortunato Jason tornerà in America. Domenica Avellino farà anche a meno di Darby, che sarà costretto a rimanere fermo ai box per il dolore al piede che da tempo non gli da la possibilità di allenarsi con continuità. Al suo posto verrà confermato tra i dodici Pete Lisicky. Il cecchino slovacco sarà l’ex della gara. Pete nella stagione 2000/2001 vestì la maglia dei verdi della Marca per sostituire Marcus Brown. La Benetton Treviso non è più quella di inizio campionato. I campioni d’Italia dopo una partenza difficile, due sconfitte nelle prime due gare contro Cantù e Biella, oggi è in netta ripresa. La squadra di Blatt non è più la corazzata di una volta nè la squadra giovane e di talento dello scorso anno. La sua stella, Bargnani, è dall’altra dell’oceano. Anche lui dopo un inizio stentato sta cominciando a farsi valere sui campi della NBA. Non ci sono più né il lituano Siskaukas, passato alla corte di Obradovic al Panathinaikos, né l’ex Maryland, Drew Nicholas, che oggi veste la maglia dei turchi dell’Efes Pilsen. I tre sono stati sostituiti da Frahm, Liday, e Gigli. Per adattarsi al gioco di Blatt c’è voluto un po’ di tempo. Per comprendere i principi della pallacanestro del coach americano ci vuole un periodo di adattamento. Le difese miste e tutti gli adattamenti della Benetton sono difficili da comprendere. A fare da collante tra vecchi e nuovi sono il capitano Soragna e Mordente. Quest’ultimo ex compagno di Pecile in Nazionale e con la maglia azzurra della Banca Popolare Ragusa nella stagione 1999/2000. La Scandone arriverà a Treviso in tarda serata e nella giornata di domenica farà seduta di tiro. (di Giovanni La Rosa)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here