Bar e pizzerie, il puzzle delle riaperture pian piano si ricompone. “La gente ha ancora paura. Faremo la nostra parte per fargliela passare”

Bar e pizzerie, il puzzle delle riaperture pian piano si ricompone. “La gente ha ancora paura. Faremo la nostra parte per fargliela passare”

11 Maggio 2020

Alpi – Continuano le riaperture di bar e pizzerie ad Avellino e dintorni. Si prosegue con l’asporto e con le consegne a domicilio, in attesa del prossimo lunedì, 18 maggio, quando i clienti potrebbero finalmente varcare la soglia dei locali, oggi ancora inaccessibili. La decisione finale degli enti preposti si saprà tra qualche giorno e, quindi, al momento, si riparte, anche se più lentamente, ovviamente, rispetto al passato.

Il puzzle, però, si sta ricomponendo, almeno ad Avellino. Dove, già da giovedì, ha tirato su le serrande il “Dulcis in furno” di Corso Vittorio Emanuele, ad esempio. Che ha seguito il “Vincent”, aperto già da qualche giorno. Un po’ più su, ritorna in pista anche il bar “Olga”. Riaperture anche al Tribunale, con il “Saint Tropez” e “Caffeyna”.

“Stiamo ripartendo piano piano”, ci dice il gestore di “Caffeyna”. “Presto tutti insieme saremo di nuovo sul vagone della felicità. C’è ancora paura tra la gente, stamattina lo si percepiva. Ma noi siamo qui anche per fare in modo che la paura, prima o poi, passi. Certo, occorre rispettare le regole. E noi saremo i primi a farlo”.