Bando per assegnazione alloggi di edilizia residenziale pubblica: i dubbi di Sacco (Sai-Cisal)

Bando per assegnazione alloggi di edilizia residenziale pubblica: i dubbi di Sacco (Sai-Cisal)

1 Aprile 2019

“Apprezziamo l’impegno e il coraggio del Commissario Prefettizio Giuseppe Priolo per le tante attività che sta mettendo in campo per la città di Avellino, ma non siamo d’accordo, sulla pubblicazione del bando per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica”. Così Fausto Sacco segretario provinciale Sai-Cisal.

“Pubblicare il nuovo bando, in questo momento può rappresentare un evento storico per la città di Avellino, ma può anche essere il momento di sciacallaggio per tanti personaggi che purtroppo continuano a prendere in giro persone e famiglie in difficoltà. L’emergenza casa è un problema che purtroppo è presente ad Avellino e non può essere sottovalutato, ma nemmeno può essere affrontato in questa maniera. Come più volte detto, il punto di partenza, dunque è quello di fare uno studio dettagliato sul patrimonio abitativo ed una analisi sul fenomeno delle occupazioni abusive. Bisogna programmare nuovi insediamenti, gli ultimi risalgono agli anni novanta, e presentare progetti di finanziamenti alla Regione oltre chiedere alla politica e al nuovo consiglio comunale altre soluzione coraggiose.

La richiesta di alloggi pubblici nel capoluogo, al momento è di circa 800 unità abitative in vari titoli, quindi una vera emergenza. Ma certamente non si arriva alla legalità e alla trasparenza pubblicando un nuovo bando senza avere nemmeno un alloggio a disposizione, credo che sia più giusto trovare soluzioni diverse e non illudere chi, purtroppo già è in difficoltà”.