Avellino tra i sette comuni che parteciperanno alla National Practice Transfer Initiative di Anci

Avellino tra i sette comuni che parteciperanno alla National Practice Transfer Initiative di Anci

11 Maggio 2021

Avellino con Cuneo, Sestri Levante, Rovereto, Ferrara, Siena e Corigliano- Rossano è tra i sette Comuni vincitori del bando National Practice Transfer Initiative promosso dall’Anci in qualità di Punto Nazionale del programma URBACT per l’Italia.

Il bando è stato lanciato a inizio aprile con l’obiettivo di selezionare un gruppo di Comuni di ogni tipologia e dimensione che intende sperimentare per la prima volta il metodo URBACT per replicare una delle pratiche di maggior successo dell’ultima programmazione, quella realizzata da Mantova con il progetto C-Change.

Unire arte e cultura per promuovere la sostenibilità ambientale e le politiche per il contrasto al cambiamento climatico nelle nostre città è il tema centrale di un’esperienza che consente di avviare un’azione di sensibilizzazione sul territorio a partire dalla creazione di un percorso di partecipazione civica.

Basata sull’esperienza di Manchester, che per prima in Europa ha mobilitato i settori dell’arte e della cultura per fare educazione diffusa alla sostenibilità, la buona pratica sviluppata da Mantova ha favorito la partecipazione di tutti gli attori del mondo culturale e delle arti per rendere festival ed eventi più sostenibili, rendendoli al contempo veicolo di promozione delle tematiche ambientali e fattore di crescita per l’intera comunità locale. Il Comune di Avellino ha aderito al bando di Anci con Delibera di Giunta Comunale n°83 del 28/04/2021 e la proposta è stata ritenuta di qualità tale da rappresentare un elemento significativo per essere selezionati.

Il Sindaco dichiara che questo risultato rappresenta per il nostro Comune un punto di partenza importantissimo, che ci proietta verso una “programmazione sostenibile” in tutti gli ambiti di azione, partendo dalla mobilità fino ad arrivare all’organizzazione di eventi.

Particolarmente soddisfatta anche il vice-sindaco Laura Nargi che nel trasferimento della buona pratica adottata da Mantova vede un’occasione di promozione del turismo sostenibile attraverso il coinvolgimento della cultura e delle arti.

Lo staff del Servizio Strategico Europa, fortemente motivato dalla selezione dell’Anci, è già pronto a gestire e coordinare le varie azioni programmate.

La rete di trasferimento nazionale avvierà ufficialmente le sue attività il 1° giugno e vedrà il coinvolgimento attivo del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili e della Regione Molise (componenti della delegazione italiana presso il Comitato di monitoraggio europeo di URBACT), oltre che dell’ANCI in qualità di capofila del progetto.

A livello locale, i Comuni selezionati saranno chiamati ad avviare un processo partecipativo diffuso attraverso la creazione di un URBACT Local Group composto dagli attori del territorio coinvolti sui temi del progetto, e progetteranno azioni-pilota da realizzare sul territorio per mettere in pratica gli elementi principali emersi dall’esperienza di Mantova.

Nei prossimi giorni verrà attivato un link sul sito istituzionale del Comune di Avellino dedicato alle azioni URBACT.

Per ogni informazione è possibile contattare il Servizio Strategico Europa, che curerà la gestione del progetto.