Avellino, soffoca la sorella: le motivazioni della sentenza

Avellino, soffoca la sorella: le motivazioni della sentenza

11 Marzo 2020

di AnFan – Sono state pubblicate le motivazioni della sentenza emessa da Paolo Cassano, gup di Avellino, che ha condannato a 20 anni di reclusione Luigi Bellizzi, accusato di aver ucciso la sorella e tentato di uccidere il fratello.

Il caso risale al 27 settembre del 2018, quando i carabinieri di Avellino sono entrati in casa dell’imputato, che ha spiegato di aver soffocato la sorella in un raptus dii rabbia.

Il 72enne avellinese, dopo il fatto, avrebbe raggiunto l’altro fratello e lo avrebbe avvertito di un malore della sorella. Una volta rientrati avrebbe poi tentato di ucciderlo con un coltello, ma senza riuscirci. L’uomo è riuscito a divincolarsi chiudendo dall’esterno l’imputato.

L’uomo, difeso dall’avvocato Claudio Frongillo, ha deciso di presentare l’appello. La difesa si è avvalsa di consulenti di parte, probabilmente per proporre l’attenuante del parziale vizio di mente.