Avellino senza mercato, il Tar non dirime. I commercianti chiedono un incontro urgente al sindaco

Avellino senza mercato, il Tar non dirime. I commercianti chiedono un incontro urgente al sindaco

18 Giugno 2020

Alpi – Né piazzale degli Irpini ma nemmeno Campo Genova. Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, sezione staccata di Salerno (Sezione Seconda), non dirime l’annosa questione del mercato bisettimanale di Avellino. Città senza la storica attività commerciale ormai da sei mesi.

Il Tar ha confermato, infatti, la sospensione dell’esecutività dell’ordinanza sindacale n.41 dell’8 febbraio scorso di localizzazione del mercato nell’area di Campo Genova visto “che è tuttora in corso di attuazione la verificazione disposta dal Collegio in merito all’accertamento dell’eventuale presenza, nel suolo di Campo Genova, di agenti inquinanti e/o tossici ostativi all’insediamento del mercato”.

I giudici, però, prendono anche atto “di quanto rappresentato dall’Azienda Sanitaria Locale di Avellino con nota prot. 1344 dell’11.6.2020, versata in atti in adempimento dei richiesti chiarimenti, circa l’attuale inidoneità dell’area di Piazzale degli Irpini, peraltro sprovvista di parere igienico-sanitario, ad ospitare il mercato”.

Il Tribunale amministrativo sottolinea che “resta impregiudicato il potere del Comune – sentite, se del caso, le altre competenti autorità – di individuare ulteriori sedi mercatali, ovvero di valutare la possibilità di superare le criticità rilevate dall’Azienda Sanitaria Locale di Avellino ai fini del ripristino, anche in via provvisoria, del mercato nell’area di Piazzale degli Irpini o in altra sede, tenuto conto, in una prospettiva di equo bilanciamento tra l’interesse dei ricorrenti all’esercizio dell’attività economica e professionale e l’interesse primario della tutela della salute pubblica e privata”.

Per tutti questi motivi, il Tar fissa per la trattazione nel merito l’udienza pubblica del 14 ottobre. “Siamo soddisfatti dell’esito dell’udienza. Ci tengo a ringraziare, per l’ottimo lavoro svolto, l’avvocato Ciro Aquino “, afferma Antonello Tarantino, direttore dell’associazione Imprenditori Irpini di Confesercenti. “Il Tar smentisce il sindaco di Avellino, secondo il quale il mercato a Campo Genova si sarebbe potuto tenere già sabato”.

Ora, però, almeno per un po’, l’ascia di guerra viene sotterrata. Stesso oggi pomeriggio, i commercianti, tramite Pec, chiederanno un incontro urgente al sindaco Festa da tenersi possibilmente lunedì. “Credo che gli esercenti abbiano tutto il diritto di riprendere a lavorare. Sediamoci attorno ad un tavolo e cerchiamo di capire come si possono superare le difficoltà. Si potrebbe pensare di risolvere le criticità a piazzale degli Irpini”. Criticità che si risolverebbero provvedendo all’allaccio di fogne, acqua e corrente.

“Nel frattempo – dice Tarantino – potrebbero cominciare a lavorare, a piazzale degli Irpini, i commercianti non alimentaristi. Ma, ripeto, una soluzione va trovata. Sei mesi senza lavoro sono troppi”.