Avellino – “Scuola e diversità”: parte il corso di aggiornamento

0
2

Avellino – CIDIS Onlus, nell’ambito del progetto di mediazione culturale ‘MIRA – Un ponte verso la piena cittadinanza’, finanziato dalla Regione Campania in collaborazione con la Provincia di Avellino, ha organizzato un corso di aggiornamento dal titolo “Scuola e diversità” rivolto ai docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado della Provincia di Avellino.
Il corso, completamente gratuito, è articolato in 5 incontri, della durata di 3 ore ciascuno, che si terranno a partire da giovedì 6 marzo fino a giovedì 10 aprile 2008 dalle ore 14.30 alle ore 17.30, presso la Sala Grasso della Provincia di Avellino.
La presenza sempre crescente di alunni stranieri nelle classi delle scuole italiane impone una riflessione sulla pratica didattica quotidiana e chiama tutti i soggetti coinvolti nell’inserimento dei nuovi alunni a predisporre ed utilizzare nuovi strumenti nel “fare scuola”.
La necessità di un nuovo approccio didattico interculturale è fondamentale per favorire la reale integrazione scolastica degli alunni stranieri e per garantire a tutti gli alunni una maggiore apertura nell’educazione ai temi dell’intercultura e nella conoscenza delle culture altre. Dalle precedenti esperienze di aggiornamento realizzate sul territorio è emersa da parte dei numerosi docenti incontrati l’esigenza di acquisire conoscenze e strumenti specifici in tale direzione.
Il percorso di aggiornamento si propone di favorire l’acquisizione di strumenti critici indirizzati al riconoscimento delle diversità di cui sono portatori gli allievi stranieri; fornire elementi teorici e metodologici per affrontare le problematiche inerenti il processo di inserimento scolastico degli allievi stranieri; offrire strumenti affinché possano elaborare dei protocolli di accoglienza nelle proprie scuole; avviare alla progettazione di interventi mirati a facilitare l’inserimento dei ragazzi immigrati.
Il corso segna un ulteriore passo avanti verso una maggiore inclusione dei cittadini immigrati presenti sul nostro territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here