Avellino Rugby – Partita la preparazione all’insegna dell’entusiasmo

0
2

Avellino – “Il Rugby è uno strumento altamente didattico, particolarmente efficace, per sviluppare l’integrazione, la socializzazione, la cooperazione, la solidarietà e la tolleranza e costruire, sul piano psicologico, positive qualità morali come la lealtà, il rispetto per gli altri e la disponibilità ad assumersi responsabilità. Il rugby è un gioco divertente che facilita la relazione, migliora e potenzia l’autostima ed aumenta le capacità fisiche e coordinative”. Così l’Avellino Rugby suona la carica in occasione della ripresa degli allenamenti di preparazione alla stagione 2009/2010 che vedrà i lupi dell’ovale impegnati – a partire presumibilmente dalla prima decade di ottobre – nel campionato regionale di serie C. In questo senso dovrebbe durare ancora poco l’attesa circa la composizione dei gironi ed il calendario delle gare, attualmente al vaglio della Fir Campania. Intanto Mister Rea e gli atleti biancoverdi si sono ritrovati ieri al gran completo presso il campo Coni di Avellino per ricominciare a sudare con la prima seduta di allenamento. Una ripresa all’insegna della partecipazione e dell’entusiasmo, a testimonianza del fatto che l’impronta di netta crescita del movimento con cui si era chiusa la scorsa stagione non è andata perduta.
Anche quest’anno il campionato si preannuncia ad ogni modo duro e faticoso, inevitabile quindi che le ambizioni degli irpini passeranno soprattutto per la dedizione e lo spirito di sacrificio con cui si opererà durante la preparazione ed ovviamente nell’arco dell’intera stagione. La marcia di avvicinamento prevede l’alternarsi di lavoro atletico e in palestra, per il quale la società del presidente Roca potrà contare su strutture proprie e istruttori federali con rinomate professionalità. Insomma, l’intenzione è quella di non lasciare nulla al caso, compresa la sensibilizzazione sul territorio per favorire nuovi reclutamenti, sia per la prima squadra che per le giovanili.
E mentre sul fronte agonistico tutto procede sotto i migliori auspici, il patron biancoverde resta ancora in attesa di sapere se l’impianto del Parco Fenestrelle, in corso di ultimazione, possa essere pronto per l’inizio della stagione. Se così non dovesse essere i lupi saranno costretti a sondare il territorio alla ricerca di un plesso di ripiego per le gare interne, così come già avvenuto l’anno scorso con il campo di Borgo Ferrovia. Inutile aggiungere che una struttura concepita per altri sport non rappresenterebbe proprio l’ideale per le esigenze della palla ovale e che nell’ambiente c’è trepidazione per l’agognato ok da parte del Comune.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here