Avellino, inizia la rincorsa: testa al Ladispoli con il primo innesto di gennaio

0
99

di Claudio De Vito – Feste in archivio, ora è tempo di tornare in clima campionato per l’Avellino chiamato a cambiare passo nel girone di ritorno in ottica primato. I biancoverdi si ritroveranno al Partenio-Lombardi nel pomeriggio per iniziare a pensare al Ladispoli, prima insidia del 2019 che a quanto pare è destinato a regalare subito un’operazione di mercato in entrata.

Il direttore sportivo Carlo Musa ha abbandonato la pista Tommaso Vitali per mettere le mani su Mirko Bizzi, portiere classe ’99 del Como ma di proprietà del Cagliari pronto a girarlo in prestito in Irpinia per farlo maturare da titolare. Sette presenze per il giovane estremo difensore lombardo in questa prima parte di stagione con i lariani, trenta invece lo scorso anno al Varese. C’è un accordo di massima che a partire da domani potrà essere ratificato grazie all’apertura della finestra invernale per i trasferimenti dai pro.

Il club biancoverde premerà il piede sull’acceleratore per il tesseramento di Bizzi in modo da consegnarlo a Giovanni Bucaro già per la ripresa del campionato in programma all’Epifania. Con Antonio Pizzella squalificato infatti, sarebbe Ettore Lagomarsini il titolare e di conseguenza il piano under non sarebbe quello desiderato dal tecnico palermitano che dovrà fare a meno anche dell’altro squalificato Alessio Tribuzzi nel tridente d’attacco.

Nella giornata di domani potrebbero arrivare i responsi al ricorso inoltrato per la riduzione della doppia squalifica. L’Avellino confida soprattutto nello sconto di due turni per Tribuzzi, che ha già scontato una giornata in occasione del match con il Latina. Più complicato il discorso relativo a Pizzella squalificato fino al 31 gennaio per lo spintone al raccattapalle di Sassari.

Torneranno a disposizione invece sia Kelvin Matute che Santiago Morero, quest’ultimo però acciaccato al pari di Tommaso Carbonelli. Il punto fermo sarà Franco Da Dalt che nel test di fine anno con la Vallatese ha dimostrato di essere tra i più in forma del momento. Contro il Latina, l’italo-argentino ha agito da mezzala ma ora è pronto a fare di nuovo l’esterno nella batteria offensiva con Alessandro De Vena ed un Tompte in rampa di lancio.