Avellino, Rastelli mette nel mirino due colossi del calcio mondiale

1 Agosto 2014

Calcio – Le attenzioni e le preoccupazioni di Massimo Rastelli in vista del “Primo Memorial Nicola Taccone”, di scena al “Partenio-Lombardi” domani sera, saranno tutte per la tenuta fisico-tattica del suo Avellino. E’ ciò che è facilmente intuibile e che lo stesso tecnico ha inevitabilmente ammesso nell’ultima uscita in pubblico dopo la goleada nel test di due giorni fa. Nella sua mente, però, è altrettanto inevitabile il balenare di un pensiero stuzzicante, vale a dire il confronto con due ex calciatori come lui che hanno vinto praticamente tutto in carriera. Willy Sagnol e Roberto Donadoni: tutto in una sera, uno dopo l’altro nella sua scaletta personale del grande appuntamento. Al cospetto di due squadre, Bordeaux e Parma, con diverse settimane di preparazione atletica nelle gambe, l’obiettivo sarà sì collaudare il nuovo Avellino, ma anche metterlo in bella mostra agli occhi dei suoi colleghi sia attuali che del passato. Il trainer di Torre del Greco, dunque, per l’occasione indosserà l’abito elegante, consapevole dell’importanza della doppia sfida in termini di autostima. Lo aveva già fatto allo Juventus Stadium con Antonio Conte. Dalla sua non ha certamente bacheche luccicanti di trofei, ma l’entusiasmo e la voglia di emergere che lo hanno contraddistinto nell’ascesa degli ultimi anni. (@claudio_devito)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.