Avellino, altri problemi per Ignoffo aspettando la fideiussione

Avellino, altri problemi per Ignoffo aspettando la fideiussione

5 Settembre 2019

di Claudio De Vito. E’ già anti-vigilia di match con il Teramo per l’Avellino chiamato a dare continuità casalinga al blitz di Vibo Valentia. Lupi in campo ieri sera sotto i riflettori del Partenio-Lombardi, scenario che si riproporrà sabato alle 20.45 per l’anticipo della terza giornata del girone C della Serie C.

Altri guai per Giovanni Ignoffo che rischia di dover fare a meno di Alessio Abibi vittima di fastidi muscolari. Tra i pali è in pre-allarme Alessandro Tonti, che avrebbe così l’occasione di sfidare l’ex squadra sua e di Alessandro Di Paolantonio. Un’altra potenziale tegola che va ad aggiungersi alla squalifica di Luis Maria Alfageme e ai problemi legati al tesseramento dei vari Simone De Marco, Julian Illanes e Nermin Karic i cui contratti sono stati soltanto depositati.

Manca la fideiussione integrativa per coprire i loro ingaggi, unica forma di garanzia ammessa dal comunicato federale 117/A del 16 maggio 2019. Il presidente Claudio Mauriello ha tempo fino a sabato per ottenere la polizza e consegnarla a meno presso gli uffici della Lega Pro di Firenze. Per quel che riguarda l’attaccante Gabriel Charpentier, invece, ci sarebbe tempo fino al 10 settembre, essendo il suo accordo stato depositato il 2 settembre (otto giorni di tempo previsti per la fideiussione).

Siamo a giovedì, inutile dire di ritrovarsi di fronte all’ennesima corsa contro il tempo. E le eventuali sanzioni caricano l’attesa di maggiore preoccupazione. In caso di inadempimento infatti si va incontro alla penalizzazione di almeno un punto, al non tesseramento del calciatore e in più alla richiesta di risarcimento – in caso di trasferimento – da parte della società di provenienza del calciatore (Genoa-Karic, Fiorentina-Illanes e Spartaks Jurmala-Charpentier), o del non tesserato, nel caso in cui il calciatore ingaggiato fosse svincolato (De Marco).

Tornando al campo, Ignoffo deve pensare di snaturare il meno possibile assetto e ruoli in virtù della coperta sempre più corta. Più probabile dunque che venga confermato il 5-4-1 di partenza in quel di Vibo Valentia con la stessa linea difensiva. Luca Palmisano o Tommaso Carbonelli invece sono in ballottaggio per la casella lasciata vuota da Luis Maria Alfageme, che domenica scorsa si è scambiato in corso d’opera la fascia con Claudiu Micovschi a supporto di Diego Albadoro.