Avellino, minacce per fargli lasciare la casa popolare: undici indagati

0
2220

Undici indagati, tra cui sette donne, sono stati raggiunti da un avviso di conclusione delle indagini preliminari per lesioni, minacce e violazione di domicilio. Il provvedimento firmato dal pm della Procura di Avellino Cecilia De Angelis nasce dalla denuncia sporta nel luglio scorso da una residente, da anni insieme alle sue figlie in una casa popolare di Via Tedesco (che nelle more della vicenda avrebbe lasciato). Come ricostruito dagli agenti della Squadra Mobile di Avellino, agli ordini del vicequestore Gianluca Aurilia, sarebbero proprio le undici persone finite nel mirino dell’inchiesta ad aver partecipato ad un vero e proprio raid all’interno della casa popolare occupata dalla donna di origini marocchine. In quella occasione, oltre ad averla pesantemente ingiuriata davanti alle figlie (minacciate pure loro) era stata anche schiaffeggiata e minacciata. Oltre a dirgli: “apri la porta se no la sfondo, ti do fuoco a te e alle tue figlie” prima di aver sfondato la porta nonostante un divano che era stato posto dietro alla stessa per evitare che entrassero, gli avevano anche intimato: “sei una morta, devi andare via da questa casa”. Minacce rivolte anche alle figlie minori. Alla donna era stata anche incendiata una vettura. Ma per questo episodio non ci sono, delle contestazioni rivolte agli indagati accusati invece delle minacce in questo procedimento. Gli undici indagati ora rischiano il processo per i reati contestati dalla Procura.