Avellino – Mense scolastiche, Iermano: “Non siamo disposti a transigere”

22 Settembre 2005

Avellino – “Spedizioni periodiche non per un’opera repressiva ma semplicemente migliorativa”. E’ così che l’assessore Toni Iermano definisce l’insolito sopralluogo che questa mattina ha effettuato, insieme ad una troupe di giornalisti, presso la mensa del plesso scolastico di Borgo Ferrovia dove ad accoglierci c’erano 40 bambini alle prese con pasta e patate, cotoletta di pollo e bietola. “Intendiamo seguire attraverso questo percorso – ha spiegato Iermano – il principio della trasparenza per dare un segno che l’amministrazione è sempre presente”. Un atto quasi dovuto in seguito ai disguidi che si erano manifestati lo scorso anno a dimostrazione che questa volta gli occhi saranno più vigili. “Non siamo più disposti a transigere. In caso di problemi siamo pronti a revocare seduta stante il contratto con la società. Non importano le conseguenze, sono pronto ad assumermi tutte le responsabilità delle mie azioni”. Dunque, presupposti che fanno dormire sonni tranquilli ai 900 utenti delle mense scolastiche presenti in città ed ai 70 insegnanti che quotidianamente usufruiscono del servizio. Ed anche un modo, come lo stesso Iermano ha spiegato, per educare i bambini al cibo, non solo come mezzo di sostentamento ma come vera e propria forma di educazione.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.