Avellino – Iniziativa “la cucina entra in oncologia”

0
1

Nuova edizione del progetto “La cucina entra in oncologia”: per il quinto anno consecutivo lezioni ai pazienti su una corretta alimentazione durante le terapie Domani, 11 settembre, alle ore 9, il primo incontro nell’aula multimediale della Città ospedaliera Anche quest’anno l’Unità Operativa di Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino propone il progetto di educazione alimentare, giunto alla V edizione, “La cucina entra in oncologia”. L’iniziativa si articolerà in una serie di incontri formativi, teorici e pratici, con oncologi, psicologi, nutrizionisti e cuochi che aiuteranno i pazienti sottoposti a trattamenti di chemioterapia a capire come alimentarsi e cucinare durante i trattamenti. Gli stessi malati saranno chiamati ai fornelli, per dimostrare innanzitutto a se stessi come un’alimentazione corretta possa essere anche gradevole, senza costringere chi è in cura a rinunciare ai piaceri della tavola. Il progetto comincerà domani, con un primo incontro che si terrà presso l’aula multimediale della Città ospedaliera (contrada Amoretta, primo piano, settore B, aula attigua all’aula magna), con inizio alle ore 9. Dopo i saluti del Direttore Generale dell’Azienda “Moscati”, Giuseppe Rosato, illustreranno il progetto il Direttore del Dipartimento di Onco-Ematologia, Cesare Gridelli, il Dirigente dell’Istituto Alberghiero “Doria”, Michele Pippo, il direttore responsabile del Conad Superstore di Avellino, Nicola Paradiso, e la titolare di Bio 2000, Maddalena Mancusi. Un reportage dell’edizione 2013 del progetto curato dalla psicologa dell’U.O. di Oncologia Medica dell’Azienda “Moscati, Sara Serrao, farà entrare nel vivo dell’incontro, che proseguirà con una serie di relazioni di esperti che illustreranno i principi di una corretta alimentazione. Le successive lezioni con i pazienti che hanno aderito al progetto si terranno presso la succursale dell’Istituto Doria, in via Valle Mecca, e si concluderanno con una gara finale dei pazienti-chef ai fornelli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here