Avellino, il caso Assoservizi scuote ancora Palazzo di Città: vertice in Comune

Avellino, il caso Assoservizi scuote ancora Palazzo di Città: vertice in Comune

8 Novembre 2015

Le novità emerse sul caso Assoservizi dopo la pronuncia del Tar regionale (ovvero l’annullamento del provvedimento di revoca dell’affidamento del servizio di riscossione dei tributi locali) ha scosso ulteriormente il clima a Palazzo di Città.

Per fare il punto della vicenda, il sindaco di Avellino Foti ha convocato per lunedì 9 novembre un summit con il segretario comunale Feola, i dirigenti del settore finanze, gli assessori Iaverone e Lazazzera e i legali che hanno seguito il caso Assoservizi.

Lazazzera ha riferito che si valuterà se ricorrere al Consiglio di Stato e comunque ha sottolineato che l’Ufficio Tributi già è stato rinforzato con una unità e altre se ne potranno aggiungere attraverso i progetti di produttività.

Una matassa assai intricata da sbrogliare è che riporta il tutto a marzo quando il Comune diede avvio al procedimento di revoca delle delibere di giunta, con le quali si definiva l’implementazione delle attività di accertamento e riscossione dei tributi e di front-office per i contribuenti, tramite affidamento alla Assoservizi del servizio di verifica, liquidazione, riscossione e recupero coattivo di Ici-Imu e Tarsu-Tares.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.