Avellino – Emergenze occupazionali, l’affondo della Cisl

0
23

Avellino – Emergenze occupazionali, la Cisl rilancia. “Sono state definite soluzioni tampone (Valeo, Bitron Sud) che ora attendono risposte certe e definitive; all’orizzonte si profilano difficoltà come nel caso dell’Italdata. Su tutto è da sottolineare la priorità costituita dal perfezionamento del Contratto d’Area relativamente all’erogazione dei contributi per le oltre 30 aziende a finanza regionale… incomprensibile è la vicenda del Progetto Verde che nonostante un iter tormentato sostenuto testardamente da questo sindacato, non decolla lasciando 27 lavoratori ancora senza salario. Rivolgiamo un appello alla presidente della Provincia affinchè in questo mese di settembre si parta con il piede giusto”. “La politica sembra sempre più avvitata su un dibattito tutto interno al sistema dei partiti con crisi e dibattiti sovente incomprensibili lasciando in un secondo piano i problemi concreti dei cittadini”. E ancora: “Una valutazione a parte – continua il segretraio provinciale Enrico Ferrara – merita la sconcertante vicenda della raccolta differenziata in città ferma al palo nonostante i solenni impegni assunti dai vari livelli istituzionali (Amministrazione comunale e Cosmari): è giunto il momento che chi ha le responsabilità di questo ritardo inaccettabile e scandaloso tragga le dovute conlusioni ponendo fine ad un balletto insopportabile”. Di questo ed altro si discuterà il 23 settembre presso l’hotel De La Ville. Tema del dibattito: “Le prospettive di sviluppo per il Mezzogiorno: fiscalità, flessibilità, infrastrutture”. Parteciperanno: Pietro Cerrito segretario generale della Cisl Campania, Giuseppe Morandini presidente della Piccola Industria di Confindustria, l’assessore regionale ai Lavori Pubblici Enzo De Luca, l’economista Massimo Lo Cicero, l’on. Pasquale Viespoli e il vice Ministro Sergio D’Antoni. Concluderà: il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here