Avellino – Comune: l’opposizione ‘scrive’ la condanna

28 Settembre 2005

Avellino – I consiglieri di opposizione “esprimono un giudizio assolutamente negativo sulla coalizione che governa o che dovrebbe governare la città di Avellino”. Cinque i punti fermi di un dissenso che la minoranza avellinese non ha mai celato: “…Da circa una settimana una crisi extra-consiliare paralizza l’attività amministrativa; i luoghi della decisione sono ormai fuori dall’aula consiliare; i motivi reali della crisi sono, al momento, ignoti alla città; attraverso antiche pratiche (la sospensione degli assessori Ds e l’occupazione del Palazzo di Città da parte dei segretari di partito) degne della peggiore partitocrazia, si è esautorata la funzione democratica del Consiglio comunale cittadino; di fatto i potentati avellinesi tengono irresponsabilmente in ostaggio il sindaco e la sua Giunta impedendo la soluzione di problemi urgenti come la redazione del Puc, la questione Mercatone e di Campetto Santa Rita, le difficoltà nel settore dei rifiuti, del traffico e dell’abusivismo commerciale. Per non parlare di tutte le opere pubbliche già finanziate con fondi europei ed i project financing, ferme al palo per le contraddizioni della maggioranza…”. Un insieme di motivazioni che fa da preludio alle richieste. L’opposizione, infatti “…in primis manifesta tutta la preoccupazione e l’amarezza per lo svilimento delle funzioni democratiche attribuite a tutti i consiglieri dal popolo sovrano. In secondo luogo condanna l’arroganza e la protervia di chi, per ora, non ha avvertito la sensibilità istituzionale di riferire nell’assise cittadina e quindi alla città e al popolo avellinese i veri motivi di questa crisi (la solita spartizione di poltrone?). Infine si invita il sindaco e la sua coalizione a presentarsi in aula e a riferire sui motivi della crisi e a verificare la tenuta della maggioranza”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.