Avellino Città Servizi, un CdA per il post Gabrieli

Avellino Città Servizi, un CdA per il post Gabrieli

1 Dicembre 2015

Un CdA alla guida della municipalizzata Avellino Città Servizi.

La proposta è stata portata in Consiglio comunale dai consiglieri di maggioranza Matetich, Percopo e Tornatore, circa la richiesta di valutazione dello stato di salute in cui versano tutte le società partecipate che saranno oggetto di civici consessi monotematici.

Lo stesso sindaco di Avellino Paolo Foti ha lanciato questa ipotesi e parlato di un’azienda più moderna.

“Dopo otto anni di vita è necessario intervenire per rivedere scopi sociali. Non penso sia attuale la visione di un amministratore unico, ma sia necessario darle una gestione plurale e democratica”, ha detto la fascia tricolore avellinese.

Dunque, per Amedeo Gabrieli, amministratore unico dell’Acs in scadenza di contratto, vi sarebbero poche possibilità di riconferma al vertice della municipalizzata.

Ma è stato lo stesso manager che ha precisato: “Un Cda alla guida dell’Acs ne aumenterebbe i costi e ne ridurrebbe i tempi d’azione, non è certo questa la strada da seguire”.

Sullo sfondo, però, resta il debito (pari a circa 1 milione di euro) che il Comune avrebbe accumulato nei confronti della municipalizzata guidata da Gabrieli che, per pagare gli stipendi di novembre dei 60 dipendenti, ha accantonato il saldo da versare all’Agenzia delle Entrate.

Per Gabrieli si è trattato di una scelta scelta che va in direzione del personale.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.