Avellino – Cassa Edile: progetti formativi per il rilascio del Durc

0
3

Avellino – A settembre la Cassa Edile della provincia di Avellino darà il via a specifici progetti formativi per le Stazioni Appaltanti, realizzati in collaborazione con i responsabili delle sedi provinciali Inps ed Inail. La didattica riguarderà le fasi procedurali telematiche per l’inoltro allo Sportello Unico Previdenziale delle richieste del Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva). Secondo le disposizioni della nuova normativa, il Durc dovrà essere acquisito d’ufficio esclusivamente dalle stesse stazioni appaltanti per poter procedere alla liquidazione di Sal (Stati Avanzamento Lavori) o Stati Finali relativi ad appalti di lavori pubblici. A prevederlo è stata la disposizione inserita nel Decreto Legge Anticrisi che libera le imprese da una procedura particolarmente articolata.
“La norma – spiega il Direttore della Cassa Edile irpina Emilio Melito-, permetterà di velocizzare le fasi procedurali per il rilascio della certificazione. Sino ad oggi molte stazioni appaltanti si sono avvalse della possibilità di delegare alle imprese la richiesta del Durc. Nel rispetto delle disposizioni di legge, sarà dunque attuato l’obbligo previsto per le stazioni appaltanti di acquisire per via telematica, all’occorrenza, il Documento Unico di Regolarità Contributiva, inoltrando direttamente richiesta allo Sportello Unico Previdenziale”.
Abilitata al rilascio del Durc è la Cassa Edile competente per territorio, sede dello Sportello Unico Previdenziale.
La misura si colloca fra quelle che hanno consentito la facilitazione dell’accesso ai documenti della Pubblica Amministrazione, prevista a partire dalla legge 241/1990. In questo modo si sfrutta la possibilità di acquisizione rapida degli atti per la Pubblica Amministrazione, principalmente attraverso l’utilizzo delle tecnologie telematiche e digitali, abbreviando i tempi necessari per entrare in possesso di atti o documenti amministrativi. Nei prossimi mesi, l’ente previdenziale irpino sarà, dunque, impegnato in una capillare opera di formazione rivolta alle stazioni appaltanti. Saranno spiegate le fasi e le modalità di utilizzo delle procedure telematiche al fine di creare le condizioni per un facile e veloce svolgimento degli adempimenti amministrativi riconducibili al Durc.

Sul fronte, poi, dei risultati raggiunti sotto il profilo dell’innovazione tecnologica ed informatica delle procedure adottate, la Cassa Edile ha conseguito obiettivi importanti non solo in diretta conseguenza dell’istituzione del Durc, ma anche a seguito dell’avvio, già da diversi anni, della procedura per la trasmissione telematica delle denunce mensili dei lavoratori occupati, che oggi, come riferisce il Direttore Melito, “permette all’Ente di acquisire telematicamente l’85 per cento del totale delle denunce mensili inviate”.
“La modernizzazione della nostra struttura organizzativa e l’adozione del sistema elettronico per la trasmissione delle denunce dei lavoratori occupati, reso disponibile già da tempo dalla Cassa Edile di Avellino per le sue imprese e per i consulenti – conclude Melito – ha contribuito ad aumentare l’efficienza operativa nello svolgimento delle attività istituzionali affidate all’Ente ed ha consentito una notevole riduzione dei tempi di acquisizione e contabilizzazione da parte dell’Ente stesso dei dati relativi alle imprese, ai lavoratori edili ed ai cantieri aperti nella nostra provincia. La modalità telematica, peraltro, ha permesso di realizzare la riduzione dei tempi anche ai fini della verifica della regolarità contributiva delle imprese e, di conseguenza, la riduzione dei tempi per il completamento dell’istruttoria relativa alle richieste di rilascio della certificazione Durc”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here