Avellino – Camillo Marino: ai Dardenne il premio alla carriera

0
3

Avellino – Andrà a Jean-Pierre e Luc Dardenne il Premio Camillo Marino alla carriera 2006. La manifestazione ideata ed organizzata dal circolo di cultura cinematografica ImmaginAzione si terrà tra Avellino, Lioni e Bagnoli Irpino dal 1° al 5 dicembre. Il programma è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa al Carcere Borbonico di Avellino cui sono intervenuti Franco Festa e Nunzio Cignarella del Circolo ImmaginAzione e Aldo Spiniello collaboratore della rivista Sentieri Selvaggi. Il premio si articola in più momenti: la personale cinematografica dei Dardenne con la proiezione dei film La promesse (Lioni 1-12-2006), Rosetta (Bagnoli Irpino 3-12-2006), Il figlio (Avellino 4-12-2006) e L’enfant (Avellino 5-12-2006); l’ incontro dibattito dedicato a Giacomo D’Onofrio, fondatore assieme a Camillo Marino del Premio “Laceno d’Oro”. I contributi sarano di Antonio Aurigemma, Generoso Benigni, Nunzio Cignarella, Franco Festa, Orsola Fraternali, Luigi Necco, Generoso Picone, Antonio Spina. L’incontro è in programma il 2 dicembre alle 17.30 all’Auditorium del Convitto Nazionale di Avellino. Ed infine la premiazione al Cinema Teatro Partenio di Avellino il 5 dicembre. In programma a partire dalla 20.30, l’incontro con i fratelli Dardenne con l’intervento di Marlisa Trombetta (critico cinematografico Rai), la cerimonia di premiazione, e quindi la proiezione del film L’enfant, preceduto da un ricordo filmico di Gillo Pontecorvo. Fuori programma il giorno 6 dicembre i Dardenne incontreranno gli studenti dell’Istituto Vittorio Veneto di Secondigliano, dove verrà proiettato il film L’enfant. Anche quest’anno il premio, materialmente, consiste in un quadro di Gennaro Vallifuoco (scenografo, pittore illustratore, docente di scenografia all’Accademia di Belle Arti di Napoli, illustratore delle Fiabe Campane, di Roberto De Simone, ed. Einaudi). Il quadro intitolato Sonia è un’opera originale espressamente realizzata dall’artista per il Premio Camillo Marino. Si tratta di un chiaro omaggio al film L’enfant, l’immagine del dipinto è infatti ispirata proprio ad una scena del lungometraggio dei Dardenne.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here