Esame Viterbese: Avellino al completo. Mercato verso il rush finale

Esame Viterbese: Avellino al completo. Mercato verso il rush finale

1 Ottobre 2020

di Claudio De Vito. 48 ore separano l’Avellino dall’effettivo esordio in campionato dopo la sospensione del match con la Turris. Lupi attesi dalla Viterbese per l’anticipo della seconda giornata per testare le proprie attenzioni con una settimana di preparazione in più nella testa e nelle gambe.

Piero Braglia avrà a disposizione sulla corsia destra Simone Ciancio, che sconterà la squalifica nel recupero con i corallini, e Luigi Silvestri, che il turno di stop lo ha scontato domenica scorsa quando era ancora un tesserato del Potenza. Il centrale difensivo siciliano partirà con ogni probabilità titolare sulla linea a tre al fianco di Mirko Miceli e Alberto Dossena. Sull’out sinistro Fabio Tito è pronto a sfrecciare.

In mezzo al campo nel 3-5-2 – stesso modulo dell’avversario che sostituirà lo squalificato Mamadou Tounkara con Aimone Calì – invece Alberto De Francesco pare aver risolto le noie muscolari degli ultimi giorni e sarà il faro della manovra con Santo D’Angelo e Salvatore Aloi a mettere corsa e muscoli ai suoi lati. Riccardo Maniero ed Emanuele Santaniello le bocche di fuoco al “Rocchi”, il cui terreno di gioco in erba naturale si presenterà appesantito dalle abbondanti piogge previste fino all’ora di pranzo di sabato.

In ogni caso nessun rischio rinvio, che invece si profila per il turno infrasettimanale di mercoledì prossimo 7 ottobre. Avellino-Bisceglie infatti non si giocherà per consentire ai pugliesi, da ieri ufficialmente in C, di completare le operazioni di mercato. Dopo la Viterbese pertanto ci sarà un’altra trasferta, quella di Palermo in programma domenica 11.

Intanto sul mercato il direttore sportivo Salvatore Di Somma si appresta a chiudere la trattativa per il prestito di Mattia Zennaro, centrocampista classe 2000 del Genoa. Non si molla al tempo stesso Domenico Mungo, ieri in campo per 70 minuti con il Teramo in coppa a Reggio Calabria. Arriverà anche una seconda punta in prestito, che potrebbe essere il ’98 Giuseppe Caso, anche lui di proprietà del Genoa.