Avellino Calcio – Tesoretto Trotta: Taccone è nell’età aurea della sua gestione

0
30
Avellino Bologna Walter Taccone

La cessione di Marcello Trotta rappresenta l’affare più importante della gestione Taccone: lo dicono le cifre in calce all’accordo economico raggiunto dall’Avellino con il Sassuolo.

2,7 milioni (a salire) di buone ragioni per chiudere da parte del presidente dei biancoverdi che un anno fa ha insistito fino all’ultimo rilancio per accaparrarsi una vera e propria gallina dalle uova d’oro in proiezione.

Si chiama programmazione, fiuto dell’affare, lungimiranza nelle scelte di mercato che si riflettono sulla salute del club e sulla sua affermazione nei rapporti di forza agli occhi dell’Italia calcistica.

Il frutto maturo raccolto dall’Avellino la notte scorsa all’Hotel Michelangelo di Milano vale oltre 2 milioni. Una plusvalenza da capogiro per le casse di piazza Libertà. Un tesoretto per ulteriori acquisti in questa sessione di mercato e per la costruzione, a giugno, di una rosa ancora più competitiva di quelle allestite in Serie B negli ultimi anni.

La plusvalenza Trotta sarà seguita tra qualche mese da quella relativa a Davide Biraschi, altro pezzo pregiato – prelevato a parametro zero – in odore di salto di categoria con il Genoa pronto a mettere sul piatto almeno mezzo milione di euro.

Per quel che riguarda la stretta attualità, la dirigenza biancoverde intende applicare il teorema Biraschi all’operazione Marco Migliorini, che non sarà a costo zero ma che potrà consentire di praticare un’altra plusvalenza. La disponibilità economica necessaria per assicurarsi il difensore della Juve Stabia c’è, ma non sarà effettuata una spesa folle.

Sarà lui il rinforzo nel pacchetto centrale della retroguardia da cui dovrà però necessariamente uscire uno tra Angelo Rea e Alessandro Ligi, entrambi richiesti rispettivamente da Salernitana e Cesena, per motivi di lista e al tempo stesso di sovraffollamento a livello strettamente numerico.

Di pari passo si procederà all’acquisizione della pedina in grado di colmare il vuoto lasciato da Trotta in attacco. Con Castaldo, Mokulu e Tavano già presenti nella batteria offensiva, probabilmente non si andrà oltre una quarta scelta che sarebbe incarnata da Gianmario Comi. Per la fascia sinistra difensiva si andrà con ogni probabilità su under in grado di integrare il reparto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here