Avellino Calcio – Terni è vicina: Novellino, è il tempo delle scelte

0
14

Claudio De Vito – Dalla festa al silenzio. Archiviato il bagno di folla di Montemiletto, l’Avellino è tornato sul suo sintetico dove ha lavorato a porte chiuse per affinare concentrazione e meccanismi in vista del crocevia salvezza sul terreno della Ternana.

Nella quiete del Partenio-Lombardi, Walter Novellino ha ritrovato William Jidayi e Stephane Omeonga che ieri non hanno preso parte al test con la Primavera. Entrambi hanno smaltito i rispettivi affaticamenti e saranno regolarmente a disposizione per la trasferta umbra. In rialzo le quotazioni del jolly ex Juve Stabia, il quale pare destinato a resistere alla carica di Marco Migliorini nel ballottaggio accanto a Berat Djimsiti che questa sera si accomoderà in poltrona per osservare i suoi compagni dell’Albania contro l’Italia.

Diverso invece il discorso relativo al mediano belga che, nonostante abbia ben figurato contro il Novara, dovrebbe cedere inizialmente il posto al rientrante Fabrizio Paghera affiancato da Angelo D’Angelo. Out Federico Moretti che proverà a rimettersi in sesto per l’anticipo di venerdì prossimo contro la Spal, primo di tre impegni ravvicinati in poco più di una settimana.

Largo a destra non pare in dubbio il rientro dal primo minuto di Richard Lasik, mentre a sinistra agirebbe Soufiane Bidaoui, destatosi improvvisamente dal torpore che lo ha caratterizzato finora. In avanti Luigi Castaldo a supporto di Matteo Ardemagni, fresco di doppia cifra e totalmente a disposizione dopo un lieve problema alla caviglia.

Si profila pertanto la panchina per Daniele Verde, con le idee annebbiate nell’ultimo periodo, e Niccolò Belloni. A completamento del pacchetto difensivo Alejandro Gonzalez a destra e Lorenzo Laverone a sinistra.