Ternana-Avellino, le probabili formazioni

0
13

Claudio De Vito – Novità e convinzione per tornare lungo la via maestra, quella che conduce a Terni per l’appuntamento salvezza con la Ternana al limite dello smarrimento. Novellino cambia l’Avellino affidandosi agli uomini più in forma per non imbattersi negli errori del passato per sua stessa ammissione alla vigilia.

Jidayi ha il fiatone e allora spazio a Migliorini in difesa, in mediana invece torna Paghera e Bidaoui è pronto al rilancio dal primo minuto per quella che sarebbe la terza presenza da titolare della stagione. Dentro anche Lezzerini per forza di cose e Lasik, al rientro dalla squalifica, elemento imprescindibile per piani tattici di Novellino. Verde ci sarà per riscattare la crisi emotiva e di rendimento alle spalle di Ardemagni, con Castaldo relegato nuovamente in panchina. Ed il confine tra 4-4-1-1 e 4-2-3-1 è sempre assai labile.

La Ternana ha una mezza idea di speculare tatticamente sugli avversari, ma alla fine dovrebbe ribadire il 4-3-1-2 con Falletti a sostegno di Avenatti e Pettinari, quest’ultimo in vantaggio sull’evanescente Monachello. Ledesma prenderà per mano le operazioni in mediana. In difesa le note dolenti con le assenze di Valjent e Germoni, sostituiti da Diakitè (più di Contini) e Rossi.

Le probabili formazioni del match (fischio d’inizio alle 15):

Ternana (4-3-1-2): Aresti; Zanon, Diakité, Meccariello, Rossi; Petriccione, Ledesma, Di Noia; Falletti; Avenatti, Pettinari.

A disp.:  Piacenti, Monachello, Coppola, Palombi, Della Giovanna, Defendi, Palumbo, Contini, Tinti. All.: Liverani.

Squalificati: Germoni.

Indisponibili: Acquafresca, Di Gennaro, Di Livio, Dugandzic, Masi, Valjent.

Ballottaggi: Diakité-Contini 55%-45%; Pettinari-Monachello 55%-45%.

Avellino (4-2-3-1): Lezzerini; Gonzalez, Migliorini, Djimsiti, Laverone; Paghera, D’Angelo; Lasik, Verde, Bidaoui; Ardemagni.

A disp.: Iuliano, Perrotta, Eusepi, Castaldo, Belloni, Omeonga, Solerio, Jidayi, Camarà. All.: Novellino.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Asmah, Gavazzi, Moretti, Radunovic, Soumarè.

Ballottaggi: Migliorini-Jidayi 55%-45%; Paghera-Omeonga 55%-45%; Bidaoui-Belloni 55%-45%.

Arbitro: Di Paolo di Avezzano. Assistenti: Caliari di Legnano e Bresmes di Bergamo. Quarto uomo: Marchetti di Ostia Lido.