Avellino Calcio – Società, Taccone non molla e valuta l’opzione emiliana

0
10

Claudio De Vito – L’Avellino arranca in campionato mentre sul fronte societario Walter Taccone valuta le piste che conducono al cambiamento. Angelo Ferullo come socio di minoranza evidentemente ne ha rappresentato soltanto una parte perché il patron biancoverde sta guardando ben oltre, avendo manifestato di recente la sua disponibilità a cedere la maggioranza delle sue quote.

Walter Taccone non ha intenzione di abbandonare del tutto la scena societaria dell’Unione Sportiva Avellino, società che rilanciato tra mille peripezie dopo la rinascita targata A.S. 1912. Ecco perché vedrebbe di buon occhio l’interesse di una cordata che gli consentirebbe di ritagliarsi un ruolo in quota minoritaria, ma pur sempre da attore della compagine societaria.

Samorì e Lotito ad un evento tenutosi a settembre a Marina di Pietrasanta (foto newsmagazine.it)

In tal senso avrebbe preso corpo la candidatura di Gianpiero Samorì, avvocato e banchiere modenese con il quale ci sarebbero stati già dei contatti in estate. Il fondatore del movimento politico Moderati in Rivoluzione lavora alle prossime politiche e avrebbe individuato nel patron della Lazio Claudio Lotito una figura di sostegno durante la campagna elettorale. Samorì come anello di congiunzione tra Taccone e Lotito, i cui rapporti sono ormai consolidati da tempo e ora potrebbero estendersi ad una partnership societaria di riflesso.

Contatti in corso, idee in cantiere. La figura di Gianpiero Samorì avanza anche se non è dato ancora sapere in quale veste. Potrebbe trattarsi anche di un semplice ruolo di intermediario. Una soluzione del genere però fa registrare l’elevato gradimento di Walter Taccone che in questi giorni ha già risposto picche al tentativo di rilevare per intero il club da parte di Michele Gubitosa.

L’imprenditore di Montemiletto fa sul serio dopo aver archiviato la fase della due diligence, che consiste nell’approfondimento sui conti propedeutico alla trattativa, portato avanti dai suoi legali. Nell’offerta sarebbero stati definiti anche gli step verso il closing di fine anno con la regia di Pierpaolo Marino già designato da Gubitosa come deus ex machina del suo Avellino in caso di buon esito dell’operazione.

(foto: varesepress.info)