Avellino, patto playoff con D’Agostino e due mesi per la stagione 2020/21

Avellino, patto playoff con D’Agostino e due mesi per la stagione 2020/21

26 Giugno 2020

di Claudio De Vito. Siglato il patto playoff alla corte di patron D’Agostino e ricaricate le batterie nelle 24 ore di riposo, l’Avellino si rimette in marcia verso l’appuntamento del 30 giugno o 1 luglio che sancirà il ritorno in campo a distanza di quattro mesi. Un’eternità con rischi annessi, ma è già un miracolo tornare in campo in una categoria che ha vissuto non poche turbolenze a livello organizzativo ed istituzionale.

Domani scatteranno i playout ed in serata Ezio Capuano si siederà in poltrona per studiare in finale di coppa la Ternana, possibile avversario che in realtà il tecnico dei lupi già conosce e ha pure battuto due volte su tre finora in stagione. Da domenica però potrà concentrarsi per almeno un paio di sedute su un avversario definito, che potrebbe essere anche il Catanzaro di Gaetano Auteri.

L’esito della Coppa Italia di Lega scioglierà anche il nodo relativo al giorno disputa del match del primo turno girone, con relativo sbocco per il programma allenamenti e per la logistica della trasferta già di per sé complicata dal protocollo anti-Covid.

Questioni alle quali Ezio Capuano oramai ci ha fatto l’abitudine tra una crisi e l’altra, societaria e non. Piuttosto c’è da chiudere la partita dei rinnovi contrattuali ed è probabile che ciò avvenga entro questa settimana. Attendere la data di disputa della partita con Ternana o Catanzaro infatti potrebbe rivelarsi rischioso, perché il tempo a disposizione sarebbe esiguo se si dovesse mettere mano ai contratti in caso di gara fissata l’1 luglio ed eventualmente il 5 luglio per il secondo turno a Potenza.

Non sono da escludere colpi di scena perché qualche trattativa individuale potrebbe non andare a buon fine, ma il patto playoff dell’altra sera metterebbe l’Avellino al riparo da brutte sorprese.

Intanto si apprende che la Serie C 2020/2021 inizierà il 13 o al massimo il 20 settembre, il che consentirebbe al club biancoverde di programmare con una relativa serenità rispetto alle previsioni dei mesi precedenti. Un’eventuale Serie B raggiunta con sei imprese di fila avrebbe le stesse coordinate temporali.

Il ritiro pre-campionato dovrebbe pertanto scattare intorno a Ferragosto in Irpinia, con Sturno in pole position per ospitare la preparazione dei lupi. Sarà un campionato fortemente condizionato dall’emergenza Coronavirus ma anche dalle preesistenti precarie condizioni finanziarie che rischiano di far saltare diverse società della categoria.