Avellino, settimana prima degli esami tra attese e distrazioni

Avellino, settimana prima degli esami tra attese e distrazioni

22 Giugno 2020

di Claudio De Vito. Dopo i due allenamenti mattutini che hanno scandito il weekend appena finito in archivio, l’Avellino tornerà ad allenarsi nel pomeriggio di oggi ripristinando l’orario delle 16.30. Lupi di nuovo sul sintetico del Partenio-Lombardi in attesa dell’esito del quinto ciclo di tamponi effettuato ieri mattina: il responso è atteso domani o al massimo mercoledì.

Sarà una settimana decisiva su più fronti per i lupi che dovranno intensificare la preparazione sia a livello atletico che tattico e allo stesso tempo, anche se non tutti, trattare con la società il prolungamento dei rispettivi accordi per scendere in campo mercoledì 1 luglio a Terni o Catanzaro. Ecco allora che la missione già impossibile di Ezio Capuano si complica ancora di più alla luce dei 23 rapporti in scadenza al 30 giugno (depennati dalla lista Gabriel Charpentier e Nermin Karic già con mente e corpo altrove). E a loro va aggiunto anche Salvatore Di Somma che a febbraio firmò fino al termine della stagione.

Insomma il quadro contrattuale è preoccupante e le agognate linee guida federali non vincoleranno società e tesserati, con quest’ultimi che potranno anche rifiutare la proposta in sede di trattativa lampo. Sì perché il tempo stringe praticamente a ridosso dell’appuntamento playoff. La questione resta spinosa e di difficile risoluzione: il rischio è quello di dover rinunciare a qualche elemento, come già accaduto in qualche altra piazza impegnata negli spareggi promozione.

La materia è stata oggetto di discussione di un incontro casuale a Mercogliano sabato a Sportdays fra Angelo D’Agostino ed il dirigente Bruno Iovino – che ha frenato rispetto all’opzione Grossetto – al quale il patron ha chiesto lumi rinviando ad un successivo aggiornamento eventuali presupposti per una collaborazione a livello dirigenziale.

Nonostante tutto Ezio Capuano proverà ad elevare ai massimi livelli la concentrazione del gruppo che ha a disposizione una settimana abbondante per preparare la trasferta umbra o calabrese. La Ternana intanto sabato ha disputato un test a Formello contro la Lazio che l’ha spuntata 7-2. Per i rossoverdi in gol Daniele Vantaggiato e Luca Verna, con Fabio Gallo che ha schierato i suoi con il 4-3-1-2.

Ed ecco pertanto la prima indicazione per Ezio Capuano che sabato sera avrà modo di studiare ulteriormente le fere, che ospiterebbero i biancoverdi al Liberati in caso di sconfitta nella finale di Cesena contro la Juventus Under 23. Diversamente, ci sarebbe il Catanzaro di Gaetano Auteri, già da quasi due settimane alle prese con gli allenamenti collettivi. L’Avellino ha iniziato invece con qualche giorno di ritardo, ma al di là di ogni fattore tecnico-tattico e di variabili impazzite a livello fisico e ambientale, conterà ripresentarsi sul terreno di gioco con la compattezza di squadra mostrata prima della sosta.