Avellino, Capuano: “La salvezza è cosa fatta, ma non ci fermiamo”

Avellino, Capuano: “La salvezza è cosa fatta, ma non ci fermiamo”

25 Febbraio 2020

di Claudio De Vito. Turno infrasettimanale per provare a vincere il primo derby di campionato. L’Avellino ci crede dopo aver blindato la salvezza a Vibo Valentia. Un obiettivo che “nessuno tra i più ottimisti ad Avellino avrebbe immaginato potessimo raggiungere a undici partite dal termine” ha evidenziato Ezio Capuano alla vigilia del match con la Paganese. “La partita di domani, in caso di risultato pieno, ci consentirebbe di archiviare il discorso relativo alla permanenza nella categoria – ha aggiunto il trainer biancoverde – ma se così dovesse essere, non ci fermeremmo affatto. Continueremmo a lottare, ogni partita sarebbe quella della vita”.

Parola di Ezio Capuano che si giocherà le proprie chance al derby con meno assilli di classifica, ma allo stesso tempo con numerose defezioni. “Come sempre però non andiamo in cerca di alibi – ha rilanciato – non voglio giudicare le squalifiche, ma ad esempio noi abbiamo Parisi con il labbro spaccato. Mi chiedo perché il Rende non ha avuto calciatori squalificati”. Serenità ma anche una vena polemica per la stangata su Luis Maria Alfageme e Demiro Pozzebon, assenze che vanno a sommarsi a quelle di Walter Zullo e Nicolas Izzillo. In compenso si rivedrà Francesco Bertolo, riabilitato dopo l’esclusione per motivi disciplinari.

Alessandro Di Paolantonio invece “andrà in campo come sempre infiltrato perché a fine campionato dovrà operarsi al ginocchio” ha rivelato il suo allenatore che potrebbe cambiare idea sul suo conto come rigorista: “Domenica aveva detto che avrebbe dovuto battere Micovschi, ora valuterò chi dovrà calciare”. Senza perdere di vista l’avversario ostico e difficile da stanare: “La Paganese difende basso, dovremo essere bravi a farli venire fuori”.

La probabile formazione dell’Avellino (3-4-3): Dini; Illanes, Laezza, Bertolo; Celjak, De Marco, Di Paolantonio, Parisi; Micovschi, Albadoro, Ferretti.