Avellino Calcio – Novellino, tutto su Bidaoui per sorprendere il Carpi

0
13

Dal Partenio-Lombardi, Claudio De Vito – Se le temperature rigide di questi giorni bastassero a raffreddare un ambiente così incandescente, l’Avellino sarebbe già a metà dell’opera nella preparazione della sfida con il Carpi. Il termometro in picchiata è piuttosto una metafora del momento della squadra biancoverde alle prese con l’involuzione di ottobre e novembre.

Nonostante il caos generato dalle dimissioni del dg Massimiliano Taccone, crepa di un fallimento sportivo, ed il rischio retrocessione abbinato ai deferimenti per il caso Catanzaro, Walter Novellino deve tenere il mirino puntato sull’obiettivo Carpi. Compito non semplice anche alla luce del rapporto complicato tra squadra e tifosi che da tempo attendono un cambio di passo.

Nella lunga settimana che conduce al secondo impegno casalingo di fila vanno ricercate le risposte alla crisi sempre all’insegna del 3-5-2. La prima è incarnata da Francesco Di Tacchio, che tornerà a mettere ordine e fisico davanti alla difesa. Il suo rientro taglia fuori Federico Moretti, Angelo D’Angelo è sicuro del posto e Fabrizio Paghera al momento pare leggermente in vantaggio sulla soluzione che prevede Salvatore Molina interno con Lorenzo Laverone sull’esterno destro dal primo minuto. Scontata la conferma a sinistra di Nicola Falasco.

La seconda risposta invece porta il nome di Soufiane Bidaoui che con ogni probabilità sarà lanciato dall’inizio come seconda punta in grado di rendere imprevedibile la manovra d’attacco. Il marocchino dovrebbe agire a supporto di Matteo Ardemagni che in allenamento è parso ancora una volta ostaggio di un nervosismo dettato dalla mancanza del gol ma più in generale dalla latitanza dei rifornimenti soprattutto dalle fasce.

Il terzetto difensivo non dovrebbe cambiare, anche se Anton Kresic ed Emanuele Suagher scalpitano. In caso di rivisitazione del pacchetto arretrato, Marco Migliorini sarebbe l’unico punto fermo. Sicuro del rilancio tra i pali Ionut Radu, pronto a rientrare dopo l’egemonia di tre gare da parte di Luca Lezzerini. Domani è in programma una doppia seduta di allenamento che intensificherà le operazioni in ottica Carpi.

Walter Taccone ha assistito all’allenamento di questo pomeriggio. La sua presenza accanto alla squadra in una fase delicata e la politica dei prezzi dimezzati allo stadio per rimettere insieme i cocci di un vaso rotto. Ritrovare il calore del pubblico e nei rapporti a tutti i livelli può rivelarsi un antidoto contro il freddo d’Irpinia.