Novellino nasconde l’Avellino. Il baby Ato con la Primavera

0
5

Dal Partenio-Lombardi, Claudio De Vito – E’ stato un test in famiglia a tempo e ranghi ridotti quello affrontato dall’Avellino contro la formazione Primavera. Due minitempi da 20′ ciascuno sono bastati a Walter Novellino per mescolare le carte, nascondendo l’undici che scenderà in campo contro il Foggia sabato.

Tuttavia, alle prese con dubbi, assenze e rientri, lo stesso tecnico biancoverde non ha ancora in mente uno scacchiere definito. Walter Novellino riflette su un possibile avvicendamento in porta tra Luca Lezzerini e Ionut Radu, quest’ultimo domani di nuovo a disposizione dopo i quattro punti raccolti contro Bosnia (3-1) e Svizzera (1-1) nel girone di qualificazione agli Europei Under 21 del 2019.

In difesa scalpita Riccardo Marchizza, anche lui al rientro dagli impegni nazionali e schierato nella seconda parte della partitella in coppia con Anton Kresic. Il suo allenatore non vedeva l’ora di averlo a disposizione stabilmente ed ora che lo ha riabbracciato ne progetta la titolarità accanto ad Emanuele Suagher sul centrosinistra della linea a quattro.

A destra continuerà ad agire Lorenzo Laverone nonostante le difficoltà mostrate sulla destra. Sul fronte opposto Simone Rizzato resta un’incognita per via dei problemi muscolari al flessore. L’ex Trapani e Reggina si è allenato a parte tra palestra e campo, dove ha sostenuto soltanto corsa leggera. L’alternativa naturale a lui è Nicola Falasco.

A centrocampo fuori Fabrizio Paghera e Richard Lasik per favorire i rientri di Angelo D’Angelo e Richard Lasik. A completare il reparto Salvatore Molina e Francesco Di Tacchio con Federico Moretti che parte dietro capitan D’Angelo nel ballottaggio in mediana. Luigi Castaldo e Raul Asencio hanno fissato il punteggio dell’amichevole sul 2-0 con una rete a testa ma i prescelti in avanti saranno ancora una volta Leonardo Morosini e Matteo Ardemagni.

La Primavera di Antonio Iandolo ha retto l’urto degli uomini di Walter Novellino – metà dei quali hanno svolto soltanto palestra e lavoro atletico (Davide Gavazzi compreso) – e proposto l’ala belga classe ’98 Morgan Ato. L’ex Standard Liegi, schierato come attaccante, è giunto da poco in Irpinia dove gradualmente dovrebbe essere aggregato alla prima squadra con la supervisione del tecnico di Montemarano.

Avellino primo minitempo (4-4-1-1): Lezzerini; Ngawa, Pecorini, Kresic, Falasco; Camarà, Moretti, D’Angelo, Bidaoui; Castaldo; Asencio.

Avellino secondo minitempo (4-4-1-1): Pozzi; Pecorini, Kresic, Marchizza, Ngawa; Camarà, Moretti, D’Angelo, Falasco; Castaldo, Asencio.