Avellino Calcio – Novellino, addio a Cabezas: “Guardiamo oltre, mercato vivo”

2
84

Claudio De Vito – “Avremmo meritato più di 25 punti nel girone d’andata”. E’ con questo stato d’animo che Walter Novellino riparte per affrontare il Brescia nel remake d’inizio anno. 365 giorni il tecnico biancoverde esultò al “Rigamonti” dando il via alla scalata salvezza.

Ora invece in vista del girone di ritorno Walter Novellino chiede ai suoi “quella continuità e quella attenzione mancate finora, l’esperienza del girone d’andata deve servirci da lezione”. “Vorrei che i calciatori avessero il mio stesso entusiasmo nel ricominciare – ha spiegato il trainer di Montemarano – affrontiamo una gara difficile contro una squadra che ha cambiato allenatore, Boscaglia è un amico e gli auguro il meglio ovviamente a partire dalla partita successiva” ha scherzato un pimpante Walter Novellino alle prese anche con il mercato.

“La società ha fatto venire un centrocampista importante che io conosco (De Risio, ndr) – ha sottolineato – non voglio gente di nome, ma che ha fame. Sono fiducioso e convinto che sceglieremo i calciatori giusti per il nostro futuro”. E poi c’è il caos relativo a Bryan Cabezas oramai sfumato per l’Avellino: “La società ha operato in buona fede – ha riferito Novellino – il calciatore è venuto qui, c’è l’interesse di prenderlo ma ci stiamo muovendo su altre situazioni”. La pista Okwonkwo, in direzione Bologna, è quella più rovente.

Capitolo formazione. A centrocampo potrebbe esordire già De Risio al posto di D’Angelo. “Chi ha fame gioca, no ho paura di far giocare lui o un ragazzino di 18 anni – ha affermato Novellino – sta bene, come sta bene Di Tacchio che ha avuto un problemino. Dovrò valutare Gavazzi che a me piace tanto. I calciatori di qualità devono giocare senza però dimenticare che lui è stato fermo per tanto tempo”.

Ngawa non traslocherà al centro perché contro Caracciolo e Torregrossa calza a pennello la solita coppia di colossi Migliorini e Marchizza favorito su Kresic. “Ngawa può giocare ovunque, il centrale lo fa benissimo – ha spiegato Novellino con una stoccata all’agente del jolly difensivo belga – quando il procuratore mi ha detto che era un terzino destro…i procuratori devono fare i procuratori, l’allenatore sa fare l’allenatore. Marchizza è passato da 92 a 86 chili, sia lui che Kresic possono giocare”.

 

 

 

 

 

2 COMMENTS

Comments are closed.