Avellino Calcio – Ngawa l’ultimo a cadere: è piena emergenza in difesa

0
6

di Claudio De Vito, inviato a Carpi – Una lotta salvezza fortemente condizionata dagli infortuni. L’Avellino ne ha aggiunto un altro alla lista già lunga e costantemente in aggiornamento con le sliding doors dell’infermeria. Claudio Foscarini è costretto ad aggiungere alla voce infortunati Pierre Ngawa, che ha alzato bandiera bianca addirittura dopo cinque minuti di gioco. Adduttore destro al tappeto per il difensore belga con il timore di uno stiramento e, di conseguenza, di un finale di stagione a rischio: la diagnosi sarà emessa dagli esami strumentali in programma lunedì, vigilia di Avellino-Cittadella che Ngawa salterà.

In difesa è piena emergenza perché appare problematico il recupero di Anton Kresic, Riccardo Marchizza sarà appiedato per un turno e Marco Migliorini ha condotto in porto a fatica il match del “Sandro Cabassi” di Carpi. Il centrale di Peschiera del Garda stringerà i denti per far coppia al centro con Santiago Morero, l’unico a godere di un buono stato di salute. In compenso però Claudio Foscarini riavrà a disposizione Nicola Falasco sulla corsia sinistra. Quella destra tornerà di competenza di Lorenzo Laverone perché Simone Pecorini sarà ancora out o comunque non al meglio.

Alla ripresa di domani saranno da valutare le condizioni di Bryan Cabezas, in tribuna a Carpi per via di una condizione muscolare precaria. L’ecuadoriano ha accusato un affaticamento che dovrebbe riuscire a smaltire per il lunch match del Primo Maggio. Sicuro il rientro da titolare di Luigi Castaldo al quale Claudio Foscarini ha concesso l’ultimo quarto d’ora di gara in Emilia e che farà coppia con Raul Asencio. Angelo D’Angelo sta meglio e potrebbe guadagnarsi un posto a centrocampo, se non dal 1’, in corso d’opera con quella sua duttilità che tanto piace a Claudio Foscarini. Davide Gavazzi, stremato all’uscita dal campo da terzino, dovrebbe partire dalla panchina.